Shopping Cart
Fast & Discreet shipping

Veloce e discreto

| Finest Quality

Qualità migliore

| Excellent service

Servizio eccellente

Con o senza filtro

Con o senza filtro? Questa è la Domanda della Cannabis!

I brasiliani e i giamaicani non lo fanno, mentre gli australiani, gli olandesi, i britannici e il resto d’Europa lo fanno… tranne che in Spagna dove tendono a farlo con un twist. E per quanto riguarda gli americani, stanno parlando di un’altra parte… Di che diavolo stiamo parlando? Benvenuti nel mondo dei filtri!

Una delle cose meravigliose del mondo della cannabis è quanto sia diversa e diversificata la sua cultura. Ciò che è perfettamente normale e accettabile nella cultura della cannabis di un paese – come mescolare l’erba con il tabacco – è alieno e piuttosto strano nella cultura di un altro paese. L’argomento del roaching si inserisce in questo quadro, quindi unisciti al nostro grande dibattito mentre ti poniamo la domanda: fare una canna con o senza filtro ?

 

Perché i giamaicani non lo fanno.

Questo pezzo essenziale del rollaggio è quasi universalmente conosciuto come un roach o un filtro (anche se un tubo arrotolato di cartone sottile ha proprietà di filtraggio minime!) o una stampella. Tradizionalmente il pacchetto di carta da rollare stesso forniva la base del roach, anche se il rebranding del roach per l’era moderna della cannabis lo ha visto ora incorporato come accessorio delle carte da rollare. Anche i biglietti da visita hanno incontrato lo stesso destino nel corso degli anni (insieme a un senso di disgusto degli stoner nel vedersi presentare una carta di “qualità” ricoperta di cera!)

È stato suggerito che il termine roach provenga dall’epoca d’oro della “reefer madness”, quando la cannabis e la depravazione erano avvolte da un rivestimento di razzismo istituzionale; la marijuana era sinonimo di spaccio da parte di immigrati messicani e di perniciosi artisti jazz (la maggior parte dei quali erano neri) che erano percepiti come corruttori dei giovani della classe media americana che trasformavano in consumatori di cannabis.  La prima citazione del termine ‘roach’ è stata attribuita ad un articolo della rivista New Yorker del 1938.

 

Cultura del filtro

Sì, consumiamo alcol in modi diversi, ma essenzialmente bicchiere + alcol + deglutizione è la formula di base per la maggior parte della gente! La cultura del consumo di alcol manca delle sfumature che troviamo nella cultura della cannabis e molto di questo ha a che fare con l’emergere di diverse scene culturali della cannabis (in tutto il mondo) all’ombra delle proibizioni nazionali.

 

L’umile “roach”o filtro è uno di quei rituali della cannabis che aiuta a definire una cultura nazionale di cannabis e come i consumatori di cannabis interagiscono con essa. In Brasile, per esempio, dove l’erba ha tradizionalmente fatto finire i consumatori nei guai con la polizia, si dice che il filtro venga omesso perché fornisce una chiara prova della violazione della legge (uno spinello lanciato può essere recuperato dai poliziotti e facilmente identificato dalla sua punta di cartone). Negli Stati Uniti, invece, il roach si riferisce all’estremità bruciata dello spinello (e non a un filtro). Questo è il motivo per cui nei giorni precedenti alla legalizzazione e al libero commercio dell’erba, si usava una clip speciale per fumare lo spinello al meglio.

In Europa, il fatto che i poliziotti ti arrestassero per aver identificato uno spinello dal filtro non era un problema perché gli europei hanno la tradizione di fumare tabacco sfuso – a volte con un filtro di cartone. Tuttavia, poiché il fumo in generale diventa sempre meno culturalmente accettabile, al giorno d’oggi un poliziotto è altrettanto probabile che ti faccia una multa per aver fatto cadere una sigaretta sul pavimento!

In Spagna, il filtro è spesso portato ad un nuovo livello con l’uso di una sigaretta e di un filtro. A volte il filtro viene rimosso dalla cartina e diviso a metà per renderlo meno spesso, oppure la gommapiuma del filtro viene rimossa e sostituita con del cartone.

Naturalmente la nascita dell’era Instagram/Reddit ha trasformato un accessorio per fumatori piuttosto banale in una forma d’arte. Abbiamo, per esempio, filtri  a forma di stella  Ninja, filtri vuoti e a forma di X  e, portandolo al livello successivo, il filtro Rick di Rick e Morty! Se hai qualche momento da stoned a disposizione, allora vale sicuramente la pena di prendere qualche consiglio su come rollare qualche filtro da paura per impressionare i tuoi amici alla prossima fumata! Il che ci porta direttamente a un artista straordinario i cui ritratti corrosi dalle intemperie/distrutti sono stati creati usando nient’altro che filtri buttati (nel senso americano della parola) – guardate le opere d’arte di Cliff Maynard!  

Lascia un commento

Related post