Shopping Cart
Fast & Discreet shipping

Veloce e discreto

| Finest Quality

Qualità migliore

| Excellent service

Servizio eccellente

GREENHOUSEPOLYTUNNEL 1200X682 | Paradise Seeds

Consigli per Serra e Polytunnel per innaffiare le piante di Cannabis

Il caldo dell’estate è una grande notizia per le piante di cannabis outdoor – tutto quel meraviglioso calore e sole alimenta una crescita sana. Tuttavia, il culmine dell’estate porta i suoi inconvenienti e una problematica che può causare ansia al coltivatore di serre e polytunnel riguarda l’irrigazione delle piante di cannabis.

Con le alte temperature estive, è essenziale stabilire un regime disciplinato per innaffiare le piante di cannabis – soprattutto se sono in vaso – per assicurarsi che non si secchino. Questo è particolarmente importante quando la pianta di marijuana si avvicina alla fase di fioritura, quando ha bisogno di livelli più alti di acqua per effettuare la transizione.   

Come fornire umidità alle piante di Cannabis in Serra

Serre e polytunnel sono i migliori amici dei giardinieri quando le condizioni climatiche esterne non sono ideali per la coltivazione, perché prolungano la stagione. Tuttavia, nel caldo estivo questi ambienti di coltivazione possono causare problemi per l’irrigazione delle piante di cannabis. Questo perché l’intensità della temperatura può allontanare rapidamente l’umidità, soprattutto quando le piante di cannabis sono in vaso. Gli sbalzi drammatici di temperatura hanno un effetto negativo sulle vostre piante e causano uno stress che può influire sulla loro crescita. 

Ci sono alcune semplici abitudini da adottare, che possono aumentare l’efficacia dell’irrigazione delle piante di cannabis in serre e polytunnel. Bagnare le superfici interne e il pavimento di prima mattina con un tubo flessibile (o con uno spruzzatore d’acqua che si attacca all’estremità) creerà una base di umidità che fornirà un po’ di umidità mentre evapora. Il vecchio trucco del giardiniere di mettere dei secchi d’acqua all’interno della serra, per aumentare l’umidità man mano che il giorno si riscalda, può anche aiutare a seconda della superficie. 

Lasciare porte e finestre aiuterà il raffreddamento e migliorare l’ombra e le capacità di ventilazione sono un altro modo per prevenire la perdita di umidità dopo aver innaffiato le piante di cannabis. Se il polytunnel o la serra non hanno una copertura naturale (per esempio degli alberi), allora prendete in considerazione l’idea di usare un telo ombreggiante da giardiniere, che vi aiuterà a ridurre lo stress causato dai danni da calore che possono influire negativamente sulle piante di cannabis – causando problemi che vanno da radici secche a danni alle foglie. 

Ricordate che l’aria calda sale e quindi, idealmente, la vostra struttura avrà degli sfiati per farla uscire. La maggior parte delle serre ha questa opzione e si possono acquistare delle prese d’aria superiori per i polytunnel, che si montano facilmente tagliando un foro nel telo di plastica. I polytunnel di solito hanno porte ad entrambe le estremità, ma le prese d’aria laterali sono anche una buona idea se la struttura è più lunga di 10 metri, per evitare un accumulo di aria stantia nel mezzo. Se l’opzione è disponibile, portare un piccolo ventilatore per mantenere l’aria calda in movimento pagherà anche dividendi.

Usate Vasi!

Anche se le piante in terra cresceranno inevitabilmente più grandi, piantare nei vasi dà al giardiniere di serra molto più controllo. Il bello di coltivare in vaso – a patto che non siano troppo grandi e pesanti – è che possono essere portati fuori per sfuggire alle devastazioni della parte più calda della giornata – sotto un po’ d’ombra e con l’accesso a brezze leggere.

Naturalmente, questo tipo di gestione può richiedere molto tempo – specialmente se il coltivatore è via per tutto il giorno. Per questo motivo, i teli per la raccolta di acqua permettono di guadagnare un po’ di tempo in più tra un’annaffiatura e l’altra, e un buon consiglio è quello di riempire un contenitore per il 10-15% in più rispetto a quello che può contenere, con l’acqua in eccesso che scorre via su un telo per la raccolta.

Consigli Utili per Coltivare la Cannabis in Vaso in Serre e Polytunnel 

E’ ovvio che le piante più grandi hanno bisogno di più acqua rispetto a quelle più piccole e questo vale anche per vasi di diverse dimensioni, specialmente se avete una miscela di terra ideata per un buon drenaggio, cioè con perlite e buccia di cocco aggiunte al medium. Con questo in mente, durante l’estate innaffiare troppo è raramente un problema con le piante più grandi.  

Conviene scegliere saggiamente il colore del vostro vaso – specialmente nei climi più caldi, perché i vasi neri e di colore scuro assorbiranno inevitabilmente più calore e aumenteranno il problema dell’essiccazione del terreno. Conviene anche essere attenti alle condizioni atmosferiche. Per esempio, molti giardinieri sottovalutano l’effetto del vento sull’essiccamento delle piante e del terreno, che può far sì che le piante di cannabis in vaso usino fino a 2 – 4 volte più acqua che in condizioni normali. 

In estate, anche il più esperto coltivatore di piante di cannabis in serra o in polytunnel può essere sorpreso dal caldo – specialmente in quei giorni che iniziano nuvolosi e poi diventano roventi quando la copertura nuvolosa si dissolve. Prendetevi comunque un po’ di tempo per prepararvi e le piante di cannabis godranno del sole senza nessuno stress!

Lascia un commento

Related post