Phenotypes

Hai accettato la sfida delle autofiorenti quest'Estate? Se lo hai fatto, allora non sei solo! In precedenza abbiamo parlato della facilità di coltivare queste meravigliose e particolari genetiche della pianta di Cannabis. E capendo di più su come funzionano e su come differiscono dalle loro cugine fotoperiodiche, è possibile aumentare significativamente i raccolti dei semi autofiorenti di Cannabis.

Sono una soluzione ideale per molti coltivatori di Cannabis che quest'anno hanno trovato il loro ambiente di coltivazione limitato da circostanze al di fuori del loro controllo. Per questo motivo, la versatilità e la natura compatta delle autofiorenti sono diventate qualità desiderabili. Paradise Seeds ha lavorato con Topshelf Grower su un progetto sperimentale che mette a confronto il modo in cui diverse tecniche possono potenzialmente aumentare le rese delle autofiorenti di cannabis.

Nell'articolo sulle autofiorenti del mese scorso abbiamo dato uno sguardo alle prime fasi della crescita della pianta e seguito Topshelf nel suo esperimento chiamato Test Autofiorenti Area 51 disponibile sul Youtube channel di Paradise Seeds. In questa serie, TSG lavora con due varietà di cannabis Auto Paradise Seeds, Auto Jack, e la nostra nuova enorme varietà auto : Auto Kong 4 della collezione Tommy Chong.

Tecniche di Training per Raccolti di Autofiorenti più Grandi


Un fatto che si dice sulle piante di cannabis autofiorenti è che il loro ciclo di crescita è così rapido che le tecniche di allenamento dovrebbero essere evitate perché producono troppo stress per la pianta. L'esperimento nei video Test sulla cannabis autofiorente Area 51 suggerisce tuttavia diversamente! L'Episode 6 della serie video mostra un confronto tra piante coltivate in tre modi diversi; struttura naturale, pianta toppata e LST a 4 vie (Low Stress Training). Dai un'occhiata ad alcuni risultati piuttosto sorprendenti ....

Consigli per Irrigare e Fertilizzare le Autofiorenti


Uno dei più grandi errori commessi dai coltivatori nuovi alle autofiorenti è quello di trattarle allo stesso modo delle piante fotoperiodiche (le cui vite rispondono ai cambiamenti nelle ore di luce e buio). Ciò è particolarmente vero in relazione al dosaggio dei nutrienti. A causa del ciclo di vita più breve, le auto non hanno bisogno di dosi pesanti di fertilizzanti e Top Shelf Grower ne dà un'occhiata più da vicino nell'Episode 7. Fornisce anche alcuni suggerimenti sull'irrigazione che aiuteranno ad aumentare le rese delle autofiorenti di cannabis nel lungo termine, come non utilizzare acqua fredda.

Vale anche la pena notare il ruolo che le diverse genetiche di cannabis svolgono nei modelli di crescita di alcune varietà. Questa serie di video offre un esempio perfetto quando vediamo il super rapido decollo di Auto Kong 4 rispetto alla crescita lenta e costante di Auto Jack. I coltivatori meno esperti spesso mettono in relazione la crescita lenta con la mancanza di nutrienti e finiscono per sovradosare la pianta. Sembra superfluo dirlo, ma un consiglio del team di coltivazione Paradise è quello di fare sempre ricerca sulla varietà che hai scelto - dalle descrizioni e dai report sulle colture - per apprezzare le caratteristiche di crescita.

Pianifica i tuoi raccolti!

Lo svantaggio delle autofiorenti è che le loro dimensioni più piccole implicano inevitabilmente che le rese del raccolto sono inferiori a quelle delle piante fotoperiodiche. Tuttavia, il grande vantaggio delle auto è che un coltivatore esterno può seminare per tre o anche quattro raccolti successivi nello stesso periodo di tempo impiegato da una pianta fotoperiodica per produrne solo uno.

Questo è ciò che le rende un'ottima opzione per il coltivatore domestico, soprattutto se può combinare l'uso di luce artificiale e naturale. La chiave di tutto ciò è nella pianificazione: iniziare il primo raccolto sotto le luci (marzo nell'emisfero settentrionale e settembre nell'emisfero meridionale) per raccogliere sotto un Sole di mezza estate e successive semine per produrre raccolti alla fine dell'Estate e in Autunno.

Prima della raccolta ci sono semplici passaggi che un coltivatore può intraprendere per aumentare le rese delle autofiorenti di cannabis, come la defogliazione strategica per dare più luce ai buds (Episode 8), trovare il momento giusto per il flush (Episode 9) e osservare il momento ottimale per raccogliere le tue piante in base all'aspetto dei tuoi germogli (Episode 10). Tutti questi processi in fase avanzata sono fondamentali per spremere il meglio delle piante auto in termini di peso e potenza.

Abbraccia il Mondo Autofiorente!


È vero che le varietà femminizzate fotoperiodiche come Wappa, El Dorado OG e L.A. Amnesia forniscono i doni di un grande raccolto, ottenibili solo con vite vegetali più lunghe, ma questo non è un motivo per evitare le auto! Prendendo il tempo per imparare a coltivare correttamente le auto e con la giusta gestione attraverso il ciclo di crescita, queste piante possono davvero essere il migliore amico del coltivatore di cannabis.