2018 - L’anno in cui gli strain della California diventano globali - Paradise Seeds Chiudete gli occhi e pensate alla California, cosa immaginate? Spiagge piene di ragazze e surfisti che cavalcano onde, Hollywood, celebrità, i Dodgers, i Raiders, l'Hip Hop?! Ora annusate..e cosa sentite?

Se la risposta alla seconda domanda è qualcosa di incredibilmente pungente e deliziosamente dolce, allora non sei il solo. Questo è l'anno in cui le varietà della California sono diventati mainstream!

Dalla GSC (ex Girl Scout Cookies) alla OG Kush fino alla Green Crack, la California è stata una forza nella produzione di ceppi di cannabis e la legalizzazione ha trasformato la lunga tradizione della coltivazione della cannabis nel Golden State in un business legale da milioni di dollari. Ad esempio, nel primo trimestre del 2018 la California ha raccolto oltre 60 milioni di dollari in tasse legate alla cannabis.

Gli strain della California sono noti per la loro forza ma anche per il loro tocco esotico, con un profilo terpenico ricco di intensità e sapore che solletica i sensi in modo diverso. Una volta questa qualità così alta era riservata ai soli intenditori locali, ma la legalizzazione USA ha contribuito ad esportarla.

Ci sono una serie di ragioni per cui la California ha prosperato come regione produttrice di cannabis. Non solo ha un clima eccezionale per la crescita delle piante, ma la sua vicinanza all'America Centrale ha agevolato l’arrivo di semi e conoscenze da sempre. Anche i fattori culturali hanno avuto un ruolo enorme, dato che la California era l'epicentro della controcultura per la quale la cannabis è sempre stata un simbolo, attirando pionieri e attivisti pro cannabis per stabilirsi lì. Fu anche il primo stato a legalizzare la cannabis medica attraverso la Proposition 215 (1996), per trattare i sintomi dei malati di AIDS che colpiva duramente città come San Francisco. Fu qui che la palla della legalizzazione degli Stati Uniti iniziò a rotolare...

La relazione tra gli strain Olandesi e quelli Californiani

Mentre gli strain della California quest’anno sembrano essere il segreto che il resto del mondo ha appena scoperto, in realtà gli olandesi già ci lavoravano da molto prima! Per molti anni i Paesi Bassi sono stati l'unico posto in cui si poteva consumare legalmente la cannabis e questo ha creato un ambiente di grande creatività e sperimentazione e metodi di coltivazione dagli anni '70 agli anni '90 fino a quando Internet ha reso questa conoscenza universalmente disponibile.

California Cannabis Strains - La connessione con Amsterdam

A quei tempi, Amsterdam era una destinazione obbligata per molti coltivatori californiani che cercavano di mettere le mani su semi di qualità e di condividere informazioni nei coffee shop di Amsterdam sulle nuove tecniche di coltivazione! Per questo motivo esistono forti legami storici tra le comunità di coltivatori Californiane e Olandesi.

Agli albori di Paradise Seeds, molti dei nostri semi sono stati donati a coltivatori californiani e portati negli Stati Uniti, dove le genetiche si sono fatte strada nel mix di breeding di varietà Californiane. La nostra recente collaborazione con la leggenda della cannabis californiana, Tommy Chong e la sua linea Chong's Choice riporta a queste radici profonde.

Gli strain Californiani di Paradise Seeds

Quest'anno abbiamo nuovamente attinto al nostro rapporto con la California come ispirazione per due nuove varietà Paradise Seeds per celebrare l'inizio della legalizzazione della cannabis nel Golden State. Space Cookies è la versione Paradise di GSC, con la sua allegria rilassata e il sapore caratteristico del ceppo originale ma con gusto e potenza aumentati. Mentre, la basi di Californian Gold provengono da un blend di landrace autoctone della costa ovest USA e messicane (nr. 1500 nella nostra biblioteca genetica) che abbiamo abbinato alla mitica Original White Widow (con l'aggiunta del turbo boost olandese!). Un mix pazzesco per tutti gli amanti di Indica..