Cannabis e di Guida - Paradise Seeds

La cannabis riduce il tuo tempo di reazione

Durante gli ultimi due mesi, un nuovo video pubblicitario ha iniziato a circolare via internet. Lo spot è stato commissionato dal Dipartimento dei Trasporti del Colorado e informa le persone dei rischi di guidare sotto l’effetto della marijuana.

Si afferma che il 19% delle infrazione stradali all’interno dello stato avvengano per colpa della marijuana. Perché? Perché l’erba riduce il tuo tempo di reazione. Per esemplificare questo punto, nello spot pubblicitario sopramenzionato, il messaggio ‘Salta Annuncio’ inizia a saltellare dappertutto. Prova a prenderlo se ci riesci (per la cronaca, durante un’ordinaria prova campione nell’ufficio di Paradise Seeds, nessuno è riuscito nell’impresa!).

Come società, siamo stati tutti ben educati sui pericoli del guidare sotto effetto dell’alcool e il risultato è il taboo sociale creato attorno a questo tema. Ciononostante, non avviene lo stesso per quanto riguarda la cannabis, e i consumatori di Mary Jane non ci pensano due volte prima di mettersi alla guida dopo aver fumato.

Quali sono i limiti della guida sotto effetto di cannabis?

In base al paese in cui ci si trovi, le restrizioni sono rappresentate dal limite legale espresso in microgrammi (µg) di THC presenti nel sangue del conducente. In Colorado, ad esempio, i conducenti con 5µg/L di THC attivo nel loro sangue, possono essere perseguiti per guida sotto effetto di stupefacenti.

Nel Regno Unito e in Polonia, il livello scende a 2µg/L di THC (il composto attivo della cannabis) nel sangue. In Francia e in Germania il limite è di 1µg/L, in Italia è dello 0.5µg/L mentre nei Paesi Bassi la cifra è di 0.3µg/L.

Dati i livelli così bassi, questi si traducono spesso in ‘tolleranza zero’ come risultato dei test sottoposti ai conducenti. Ma attivisti e sostenitori affermano che questi test ignorano il fatto che tracce di principi della cannabis possono essere rinvenuti nel sangue fino ad un mese dopo il suo uso (quindi presumibilmente influenzando negativamente i risultati).

In uno studio di Wolff e Johnston del 2014, si stima che il contenuto di marijuana in un joint sia in media di 200 mg, che equivale ad una quantità di THC attivo che va dai 5 ai 30 mg. Altri studi in materia indicano che la concentrazione di THC nel sangue raggiunge il suo massimo entro 3-15 minuti dal consumo.

Eppure, quello che i servizi di polizia sono reticenti nel divulgare, che è proprio ciò che i consumatori voglio sapere, è ‘quanto devo aspettare prima di poter mettermi alla guida?’ Fondamentalmente, fumando dalle 2 alle 8 ore prima di un possibile fermo, è possibile che il tuo livello di THC nel sangue possa portarti a commettere un’azione penale.

Il miglior consiglio per i consumatori di cannabis - Guidate Responsabilmente

Il miglior consiglio per i consumatori di cannabis - Guidate Responsabilmente - Paradise Seeds‘Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire’ … e il fumatore di cannabis medio è così abituato a dover difendere i suoi diritti che, molto spesso, rimane sulla difensiva e, di fronte ad esclamazioni tipo “Fumare marijuana fa male alla salute”, cade in risposte di ripiego come “Beh, sicuramente meglio che bere alcool e fumare sigarette.” Certo, potrebbe essere vero, ma ci sono effetti negativi sulla salute da considerare …

Lo stesso può essere detto per i conducenti-fattoni. Puoi anche pensare di essere un conducente-fattone migliore e più sicuro di altri; puoi anche pensare che il tuo essere fatto non incida sulla tua guida, ma agli occhi della legge non è così. Come conducente, questo è un fatto importante che devi riconoscere.

Non molto tempo fa, hanno opposto resistenza ai cambiamenti di legge e all’arrivo degli alcool-test lungo le strade presentando le stesse argomentazioni. Ma, alla fine della fiera - diciamocelo, sei sulla strada, e non sei solo. Fare uso di cannabis e guidare mette a rischio la tua vita e quella degli altri. La risposta alla domanda è semplice. Guida responsabilmente. Nessuna scusa.