Tutti i poliziotti odiano la cannabis? - Paradise SeedsLe Nazioni Unite hanno stimato che esistono 158.8 milioni di consumatori di cannabis al mondo, corrispondenti al 3.8% della popolazione mondiale. Grazie alla Guerra alla Droga questo numero rappresenta tantissime persone, che vengono criminalizzate ogni giorno per il solo fatto di apprezzare un po’ di Mary Jane nella vita quotidiana.

Mani in alto se sei un onesto e rispettoso cittadino in altri sensi ma, grazie al tuo amore per la cannabis, il tuo cuore sobbalza ogni qualvolta vedi un poliziotto all’angolo di una strada o dietro la tua macchina. Non è carino sentirsi considerati criminali vero?!

Tuttavia, i poliziotti sono anche loro persone (... seriamente, lo sono!) e un crescente numero tra di loro sta avendo dubbi rispetto alle leggi anti-droga che è tenuto ad applicare. In molti sono disillusi nei confronti delle legislazioni in tema di droga che criminalizzano i consumatori e creano l’ambiente perfetto per la proliferazione del crimine organizzato.

Poliziotti buoni

Tutti i poliziotti odiano la cannabis? - Paradise SeedsLEAP sta per Law Enforcement Against Prohibition, fondato negli USA nel 2002 da 5 poliziotti scoraggiati dalle promesse della Guerra alla Droga. Negli ultimi 15 anni l’associazione è cresciuta molto, tanto che oggi LEAP è rappresentata in molti altri paesi del mondo.

Lo scopo dell’organizzazione è quello di dimostrare ai responsabili delle politiche che le leggi in atto in materia di droga stanno fallendo. E lo fa attraverso l’educazione, il cui elemento principale è la loro esperienza diretta: portare avanti una guerra che credono di non poter vincere.

L’obiettivo a lungo termine è ripristinare il rispetto dell’opinione pubblica nei confronti dell’applicazione delle leggi, messa a rischio ogni volta che qualcuno come te viene fermato per aver coltivato qualche pianta nel suo terrazzo, o per essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato in possesso di pochi grammi di fumo o erba.

Per i membri di LEAP, i primissimi ‘guerrieri’ a combattere in prima linea, i veri criminali sono i gruppi organizzati che traggono profitto dalla compravendita di paura e miseria.

Poliziotti buoni, guerra cattiva

Tutti i poliziotti odiano la cannabis? - Paradise SeedsUn nuovo libro, Good Cop, Bad War, è un resoconto di prima mano scritto da un commissario di polizia britannico, infiltrato sottocopertura nei gruppi organizzati del Regno Unito. L’autore, Neil Woods, è il direttore di LEAP UK.

Nel libro descrive dell’epifania avuta un giorno: “Ogni anno la polizia fa passi in avanti nello scovare e catturare i gruppi organizzati, e il contrattacco più efficace per i gangster consiste nell’uso di paura e intimidazioni contro potenziali informatori”. Il risultato è un cerchio vizioso di violenza e criminalità.

Neil Woods afferma che la propaganda anti-droga esagera il problema stesso della droga, e che le ricerche dimostrano che solo il 10% dei consumatori sviluppa effettivi problemi di dipendenza o assunzione. In una sua intervista al quotidiano inglese The Guardian, egli sostiene che il tempo del cambiamento sta soffiando sui governi che, grazie alla diversa percezione della società, stanno anch’essi cambiando la loro attitudine al tema droghe.

Woods fa un’analogia con il cambiamento di mentalità verso l’omosessualità negli USA e Regno Unito negli ultimi 20 anni: “Non c’è stata una vera e propria rivoluzione. La società tutta ha semplicemente pensato: OK, qualcuno è gay. E così le leggi sono cambiate. Beh, le cose stanno cambiando rapidamente anche in fatto di droga. Un tema molto caldo oggigiorno”.

Disclaimer: Anche se molti uomini e molte donne potrebbero trovarsi in disaccordo con la filosofia di LEAP, è sempre meglio procedere con cautela … a meno che tu non sia il mago Calen Morelli e voglia portare tutto al limite come nel suo virale video: