Destinazione Praga: La Guida Cannafest 2016 di Paradise Seeds Le valigie sono già pronte questo mese; Paradise Seeds viaggerà presto a Praga per una delle sue fiere preferite. Dall’11 al 13 novembre saremo presenti a Cannafest, che ritorna presso il Prague Exhibition Grounds, splendido palazzo a Holešovice.

Siamo molto entusiasti non solo dello stand di Paradise Seeds (STAND 23), ma anche del fatto che Cannafest proietterà il nostro documentario sul lavoro della Fondazione Daya in Sud America – Green Medicine: Chile’s Medical Cannabis Revolution. documentario è parte del programma cinema di Cannafest e potrà essere visto domenica 12 novembre alle ore 15:15.

Cannafest: una fiera di qualità

Forse è merito della maestosa location, ma la fiera ceca ha davvero un suo carattere distintivo. Coloro che si recano a Cannafest sin dalla sua prima edizione sette anni fa, ne apprezzano il lato “maturo” e ne fanno occasione per allargare le loro conoscenza sulla cannabis e il suo uso non ricreativo. La zona conferenze e l’area cinema sono particolarmente vivaci e richiamano molte persone, tanto che qualcuno è costretto a rimanere in piedi.

Questa fiera di certo non dimentica il divertimento; ci sono oltre 250 gli esibitori presenti, stages di vario genere, attrazioni giornaliere e una selezione di imperdibili after parties che faranno ballare la folla di Cannafest a ritmo di reggae, drum n bass, techno e funky.

Destinazione Praga: La Guida Cannafest 2016 di Paradise Seeds Praga: città cannabis friendly?

Praga è spesso nominata la “Amsterdam dell’est” vista la sua reputazione di città tollerante nei confronti della cannabis. Secondo l’International Journal of Drug Policy, “Le politiche ceche in materia di droga vengono considerate moderne, pragmatiche, razionali e, a volte, troppo liberali”. Ciononostante, per gioire del suo lato libertino, c’è prima bisogno di informarsi bene sulle leggi statali in materia, e armarsi sempre di una buona dose di discrezione.

Se infatti decidi di fumarti una canna in libertà, potresti attirare l’attenzione dei poliziotti cechi. il codice penale della Repubblica Ceca prevede che se vieni fermato in possesso di una quantità “non più che piccola” per solo uso personale - da notare l’ambiguità della definizione! - stai commetto un’infrazione che ti costerà una multa di 15.000 CZK (approssimativamente 500€). In realtà quella “piccola” quantità sono meno di 10 grammi, e ogni quantità sopra questa crea un reato penale.

Tuttavia, le vibrazioni di Praga sono cannabis friendly e il miglior modo per scoprirlo è perdersi in chiacchiere con qualcuno del posto (magari non troppo folkloristico). Se la tua conoscenza della lingua ceca ha bisogni di una piccola spinta, nessun problema: l’inglese è ampiamente parlato. Un piccolo suggerimento per il cambio moneta: i cechi usano la Korunas, motivo di incredibile confusione per quanti abituati a Dollaro, Euro e Sterlina. I negozianti locali vicino alle zone turistiche lo sanno bene, quindi fai attenzione al cambio!

Bohemian Rapsody - Original Bohemian Capital Vibes!

Destinazione Praga: La Guida Cannafest 2016 di Paradise Seeds Fatto storico interessante #360: la Repubblica Ceca ha alle spalle una ricca storia di tradizione intellettuale e culturale e la sua capitale, Praga, è la storica capitale della Boemia. Prima della nascita della Cecoslovacchia, dopo la Prima Guerra Mondiale, i cechi erano conosciuti nel resto del mondo come boemi.

In tempi recenti, il termine “boemio” (più diffusa la parola francese bohémien) è stato associato a coloro che sceglievano di condurre una vita poco convenzionale (spesso nelle sfere delle arti e della musica); ma questa è solo una coincidenza. L’uso della parola bohémien deriva dal diciannovesimo secolo francese, quando gli artisti precari facevano fatica a vivere nei quartieri più poveri delle città francesi, allora abitate dal popolo Rom (o gipsy). Quest’ultimi erano altrettanto conosciuti con il nome di Bohémien, dato che si assumeva (erroneamente!) fossero emigrati dalla Boemia. Si impara qualcosa di nuovo ogni giorno!

Indipendentemente dalle vere origini, c’è molto da dire sull’atmosfera bohémien che caratterizza la città di Praga, dai graffiti alle esposizioni d’arte contemporanea nelle gallerie come Trafo Gallery e il DOX Center for Contemporary Art per poi passare a fare quattro salti nei club come il Roxy e l’iconico Cross Club.