autoflowers

È Primavera, il periodo dell'anno in cui la natura inizia a riempirsi con le immagini, profumi, suoni, di fiori selvatici, uccelli, bestie e attività per la coltivazione guerrilla di cannabis! Per alcuni amanti della cannabis, la coltivazione in guerrilla è un'azione di necessità, mentre per altri è il brivido della sfida - ma la maggior parte dei coltivatori guerrilla sarà d'accordo sul fatto che non c'è niente di più dolce dell'assaggio di gemme raccolte da uno "luogo segreto".

A differenza di una coltivazione domestica, esiste un considerevole rischio nel seminare i semi di cannabis in uno spazio che non ti appartiene. Tuttavia, con la giusta gestione (e un po 'di buona fortuna) una guerriglia di cannabis può essere gratificante. Nel corso degli anni, Paradise Seeds ha incontrato molti coltivatori di guerriglia che hanno condiviso le loro esperienze e, sulla base di questi, ecco alcuni dei principali problemi logistici che devono essere considerati.

Cannabis Guerrilla Grow – Location, location, location

Mentre può sembrare che ci siano spazi di growing ovunque, trovare il posto giusto è in realtà molto più difficile di quanto pensi. Un esperto coltivatore di guerriglia ha un buon naso per un posto privilegiato e continuerà sempre a cercare uno. Deve essere accessibile, ma allo stesso tempo essere abbastanza lontano dal traffico delle persone ed essere vicino a una buona fonte d'acqua.

I coltivatori esperti pianificheranno la loro guerriglia con un occhio sulle stagioni, anticipando come l'area circostante cambierà durante la primavera, l'estate e l'autunno. Questo significa trovare un posto che non diventerà troppo invaso dalla vegetazione - affamando di luce le piante di cannabis nei primi giorni - ma anche non arretrerà quando arriva l'autunno, lasciando la pianta di cannabis nuda ed esposta alla vista! Per questo motivo i cespugli o le felci di bacche sono una buona fonte di copertura.

Negli spazi urbani, ciò richiede di prevedere in che modo tale spazio potrebbe essere utilizzato man mano che le persone iniziano a uscire fuori con un clima più mite (le aree desolate possono essere buone, i parchi e gli altri spazi pubblici decisamente no!). Inoltre, è necessario prestare particolare attenzione al profumo, la traccia più comune di un nascondiglio urbano, evitando la vicinanza ai percorsi pubblici e vicini sottovento.

I coltivatori di guerriglia urbana tendono a concentrarsi maggiormente sulle tecniche di mimetizzazione, al fine di far fondere le loro piante nel loro ambiente. Per questo motivo, usando tecniche come topping, LST e super-crop producono una pianta di cannabis scolpita e più bassa (guarda la nostra serie Skunkworks video series per i consigli degli esperti Top Shelf Grower) che può essere più facilmente nascosta. Un altro metodo popolare è quello di coltivare varietà autoflowering autofiorenti che abbiano un'altezza ridotta e una composizione più compatta.

Migliorare la crescita

La maggior parte dei coltivatori di guerriglia pianta i propri semi di cannabis a casa e sposta fuori quando ha piantine già robuste e sane. I vasi sono più facili da gestire (possono essere spostati se necessario), ma richiedono un'irrigazione costante. Un suggerimento utile è utilizzare gli autopot alimentati per gravità, che impediscono la necessità di una revisione costante. Un'altra opzione preferita è l'uso di vasi intelligenti con una miscela di cristalli che assorbono l'acqua e il terreno che raccoglierà e immagazzinerà la pioggia.

Se si semina direttamente nel terreno, è importante liberare il terreno, in modo che la piantina abbia la possibilità di competere con le piante circostanti e preparare il terreno con un mix che promuova una buona crescita (cioè a base di nutrienti e miscelato con perlite, cocco o palle di argilla per una buona aerazione).

Nelle regioni più meridionali l'acqua è inevitabilmente l'elemento cruciale per la crescita di ogni guerriglia e anche l'ombra è da prendere in considerazione e le aree boschive soddisfano entrambi questi bisogni, sebbene sia utile sapere che la tua fonte d'acqua non si prosciugherà a metà del ciclo di crescita.

Gestione del rischio

Il coltivatore di guerrilla dedicato alla cannabis pensa sempre ai potenziali rischi. Gestire questi con successo è la differenza tra un buon raccolto e una brutta delusione. Un fattore chiave nella gestione del rischio è la posizione e facendo tutto il necessario per renderlo sicuro lungo tutto il ciclo di vita della pianta - dai semi di cannabis al raccolto - inizia con la ricerca di un buon strain resistente ai parassiti come Spoetnik #1, Belladonna or Durga Mata.

È preferibile raggiungere luoghi difficili. Un coltivatore di guerriglia usa un kayak per accedere alle piante coltivate su una riva del fiume, mentre un altro è molto orgoglioso di tagliare un tunnel in una grande macchia di rovi di more dove ha tagliato una radura (un trucco appreso da una delle autorità originali sull'arte del guerriglia grow, Jorge Cervantes).

Come già accennato, è meglio piantare piantine già robuste e queste devono essere protette dalle attenzioni di animali come roditori, conigli e cervi. Mentre gli animali a quattro zampe sono solo una minaccia, è la specie umana a due zampe che rappresenta la più grande minaccia alla guerriglia grow della cannabis.

Le migliori colture di guerriglia sono allestite con l'autogestione necessaria per lasciare le piante da sole per lunghi periodi di tempo. Uno dei rischi di fare controlli frequenti è che molto rapidamente si formerà un percorso, quindi un altro suggerimento di un guerriglia grower è quello di provare a variare il percorso di avvicinamento. Si consiglia anche di scegliere un momento tranquillo della giornata per visitare "le ragazze", al mattino presto o al tramonto.

Questa è una regola che si estende al tempo di raccolta, che è il rischio finale (e la maggior parte del cuore palpitante). I migliori coltivatori di guerriglia si assicureranno di avere una buona storia da raccontare in caso di scoperta in questo momento cruciale. Abbiamo sentito di persone che fingono di cercare cani smarriti, birdwatching o un escursionista innocente (completo di bussola e mappa come oggetti di scena) che trova accidentalmente un raccolto di cannabis!

Per ogni trionfante raccolto di guerriglia di cannabis c'è inevitabilmente una manciata di fallimenti deludenti. Tuttavia, la maggior parte dei giardinieri della guerriglia concordano sul fatto che sia un'arte seducente da padroneggiare...