Se hai seminato i tuoi semi di cannabis all'aperto in tarda primavera, il giorno del raccolto si avvicina! Il bello della coltivazione della cannabis, che spesso i non coltivatori non riescono ad apprezzare, è che ogni fase del processo di coltivazione all'aperto della cannabis si richiede preparazione, pianificazione e un buon grado di pazienza per ottenere il massimo da un raccolto.

Il processo di raccolta non è diverso in questo aspetto e alle "3 P" possiamo anche aggiungere l'importanza dei tempi in relazione alla raccolta della cannabis outdoor. Senza il controllo fornito da un allestimento indoor, tenere d'occhio il tuo ambiente nelle prossime settimane è un elemento cruciale per il tuo raccolto (come evidenziato nell'articolo del mese scorso article

Anche se al raccolto mancano ancora alcune settimane, la fase di preparazione è iniziata e dovresti monitorare i germogli delle tue piante di cannabis per i segni di maturazione. La tua guida sono i pistilli e i tricomi della pianta. I pistilli (peli) dei boccioli maturi inizieranno a diventare rossi / marroni con l'avvicinarsi del giorno del raccolto e se i tuoi boccioli mostrano un cambiamento di colore superiore al 50%, questo è il primo segno che sono pronti per la raccolta. Tuttavia, la guida più affidabile sono i tricomi delle gemme e quando questi cambiano da trasparenti a "lattiginosi" è il momento di tagliarli!

I Passi da Seguire per la Raccolta Outdoor della Cannabis

1) Preparati. Questo inizia da una settimana a 10 giorni prima della data del raccolto, terminando l'alimentazione con i nutrienti e lavando le radici della pianta con acqua per rimuovere gli oligoelementi ed evitare che tracce di fertilizzante contaminino il gusto delle tue cime. Le piante outdoor non sono suscettibili a questo come le piante da interno quando vengono coltivate direttamente nel terreno (a causa della loro superficie radicale diffusa), tuttavia è una buona precauzione. Una volta lavato, molti coltivatori lasceranno la pianta non innaffiata per una settimana circa per lasciare che le radici della pianta assorbano tutta l'umidità nel terreno.  

2) Crea il tuo Spazio di Essiccazione: Una volta che le tue piante di cannabis sono state tagliate, inizieranno a profumare il posto dove le metti, quindi prepara questo spazio prima di tagliare! Assicurati che sia buio, abbia un buon flusso d'aria e una temperatura controllata (circa 20-22 ° C) e prendi alcune misure per il controllo degli odori.

3) Controlla l’Agenda. Sì, stai guardando la tua pianta per vedere se è pronta, ma anche il tuo raccolto deve adattarsi un minimo al tuo programma. Il processo è lungo ed è sempre una buona idea tenere conto delle variabili! Che cosa fa il tempo a lungo raggio? Cosa stai facendo?! Avete in programma viaggi, ospiti che vengono a soggiornare, ispezioni di società o di servizi in affitto, ecc.? Intorno al periodo del raccolto avrai bisogno da una settimana a 10 giorni per il processo di taglio e asciugatura, quindi evita inutili interruzioni.

4) Preparazione per il giorno del raccolto I coltivatori esperti raccomandano che le piante di cannabis vengano raccolte al mattino poiché questo è quando i livelli di THC sono al massimo. Prima di iniziare, prepara i tuoi strumenti; Forbici o forbici da potatura (affilate e pulite), guanti monouso (per evitare che le dita diventino appiccicose di resina), carta di giornale (molto utile!) E un detergente (alcol denaturato per mantenere le forbici sterilizzate e pulire tutta quella resina appiccicosa). Se stai eseguendo la potatura a secco, taglia la pianta alla base (lascia il sistema di radici alle spalle perché ciò causerà solo un pasticcio terroso!) E se stai trimmando a fresco, togli un ramo alla volta.

 5) Trim Technique. La tua scelta sarà: bagnata o asciutta. Il taglio a umido è un metodo preferito da chi ha spazio limitato ed è anche più consigliabile se c'è più umidità nell'ambiente (cioè nelle regioni settentrionali) poiché i boccioli si seccano più rapidamente. Ciò comporta la rimozione immediata dei rami e delle gemme con manicure ed attaccarle ad asciugare (appendere su un gancio del gambo su linee di filo di cotone è un metodo consueto). Il taglio a secco comporta il taglio dell'intera pianta e dei rami appesi per alcuni giorni ad asciugare prima di tagliare. Si suggerisce che questo migliori il gusto e la potenza, anche se non è vero che così facendo la resina colerà nelle foglie.

 

6) Trucchi per la Manicure. Quindi l'unica cosa su cui tutti possono essere d'accordo è che questo è un processo che richiede tempo (e di solito richiede più tempo del previsto), quindi sii paziente! La cosa buona della coltivazione di varietà Paradise Seeds come Wappa e Delahaze è che sono state create con un alto rapporto fiori / foglia, il che rende il processo di manicure molto più semplice. Tuttavia, c'è ancora molto lavoro da fare. La manicure è più semplice subito dopo la raccolta poiché le foglie sono ancora morbide. Anche se quelle piccole sugar leaves sono spesso spolverate di cristalli, evita la tentazione di includerle con le tue cime ben curate, perché una volta asciutte la materia frondosa in eccesso influirà sul gusto. 

7) Più dei Buds! Si è tentati di concentrarsi sui germogli, ma il processo di taglio fornisce altre fonti di materiale. Tagliando su una lastra di vetro è possibile raccogliere la materia fogliare cristallina e i tricomi che cadono dai boccioli e questa materia in eccesso può essere raccolta per produrre un potente hash

Una volta che le tue cime sono state curate, è tempo per la fase successiva del processo di raccolta, che è altrettanto cruciale quanto qualsiasi altra fase del processo di crescita. Sintonizzati sull'articolo del prossimo mese per suggerimenti su come essiccare e curare al meglio le tue cime di cannabis. Nel frattempo vi auguriamo buona raccolta!