Il Mayday occupa un posto speciale nel calendario. Per alcuni significa l'inizio ufficiale della primavera (e di un giorno festivo!), ma per altri è la possibilità di uscire e protestare per una giusta causa.

Con questa tradizione storica di essere un punto di riferimento di protesta, il Mayday 2014 ha dimostrato di non fare eccezione. In tutto il mondo, molte migliaia di persone si sono riunite marciando lungo le strade di mezzo mondo a sostegno del cambiamento e Paradise Seeds era lì per aiutare a diffondere la parola.

Durante il fine settimana del Mayday, The Million Marijuana March (MMM) è scesa per le strade di 160 città in oltre 70 Paesi in tutto il mondo. Da Berlino a Barcellona, da New York a Niteroi, da Toronto a Tokyo, la comunità cannabica è uscita allo scoperto per protestare e proclamare le sei domande fondamentali del Movimento:

  • Stop agli arresti per reati legati alla cannabis
  • Stop alla diffusione di menzogne e falsità riguardo la cannabis
  • Rendere prontamente la cannabis disponibile come medicina
  • Utilizzare la cannabis per curare i malati
  • Porre fine ad una politica di carcere per i trasgressori
  • Seguire un percorso di “Cure, Non Guerre”

 

Paradise Seeds era a Vienna, in Austria, dove si è svolta una delle più grandi manifestazioni della comunità globale di cannabis. Il Hanf Wandertag (o Hemp Hike) è stato avviato sette anni fa ed è diventato più grande di anno in anno, con oltre 10.000 persone che hanno partecipato all'evento 2014. Durante tutta la giornata, Vienna si è trasformata in una sorta di processione - festival lungo le vie della città, accompagnata da carri forniti di sound systems, autoparlanti e molte persone felici che hanno contribuito a portare un’atmosfera di festa alla protesta.

Mentre la stampa inevitabilmente si focalizzerà sugli “ingredienti” psicoattivi di queste marce, non dobbiamo dimenticare che la canapa, come materia prima, ha una lunga storia, iniziata con la sua coltivazione nelle zone più centrali d'Europa. Portata nella regione da parte dei Goti, migrati dalla Russia Occidentale nel secondo e terzo Secolo, oggi può essere trovata in una vasta gamma di prodotti di uso quotidiano, dallo shampoo all'abbigliamento.

Sebbene la maggior parte delle manifestazioni MMM si sono verificate durante il fine settimana del Mayday, ci sono molti altri eventi in programma per Maggio ed anche nel mese di Aprile ci sono state innumerevoli marce sotto l'ombrello del movimento 420. Nelle prossime settimane, saremo presenti dando il nostro sostegno partecipando alla marce di Berlino e Praga (10 Maggio) e Varsavia (24 maggio).

Cure, Non Guerre!

Oltre alle richieste di legalizzazione chieste durante le proteste MMM, c'erano anche le richieste di una maggiore accettazione delle qualità medicinali della pianta di cannabis.

Dal 1990, numerosi studi scientifici hanno evidenziato l'efficacia della cannabis nel trattamento di tutta una serie di patologie mediche, che vanno dalla sclerosi multipla, ai glaucoma, al cancro. Questo è qualcosa in cui, noi di Paradise Seeds siamo stati coinvolti già da qualche tempo, lavorando nella ricerca e nello sviluppo di ceppi con alta concentrazione di CBD che accentuano le proprietà curative della pianta.

Nel 2014, la comunità cannabica mondiale ha molto di cui rallegrarsi. I consumatori di cannabis in tutto il mondo stanno intuendo che la storia e i tempi stanno cambiando. Gli eventi nel corso dello scorso anno, in particolare negli Stati Uniti e in Uruguay, hanno accelerato questo cambiamento. Le tematiche legate alla cannabis e alla sua legalizzazione sono emerse fuori dall'ombra e ora sono alla ribalta internazionale. C'è una sensazione comune nel mondo che la guerra alla droga non funziona ... e non ha mai veramente funzionato.

Sempre più spesso, i sondaggi emersi tra le popolazioni di tutto il mondo puntano ad un ammorbidimento generale dell'opinione verso il consumo di cannabis. Attraverso le marce che si svolgeranno questo fine settimana, ai politici verrà dato un ulteriore promemoria che il movimento cannabico non è stato debellato attraverso la proibizione.

In realtà, stà accadendo il contrario. Ovvero, la comunità cannabica è cresciuta notevolmente di dimensione. Proprio come una pianta di cannabis che cresce da un seme piantato qualche tempo fa - in questo caso il 1999, quando la Million Marijuana March esordiva - questo movimento ora stà iniziando a germogliare!