Marijuana flower growing under LED lightUno slogan spesso ascoltato tra i coltivatori olandesi è che “solo quando i produttori coltivano in serre usando i LED, puoi prenderli sul serio.” Beh, Philips si presenta come una delle forze principali della rivoluzione di lampade LED e ha commercializzato la sua nuova GreenPower LED per coltivatori professionali; una tecnologia che in molti stanno già usando.

Piccolo dettaglio: finora i Green Power LED non sono stati progettati per sostituire l'illuminazione HID, ma sono destinati alla coltivazione multistrato, che prevede il posizionamento di più vassoi di piantine su scaffali. Una situazione molto diversa da quella tipica della growroom. Quindi, quanto si dice del famoso detto resta ancora da verificare.

Da alcuni anni a questa parte, i LED sono stati in qualche modo un argomento difficile da trattare. Ciò che certamente non è a favore dei LED, sono le oltraggiose pretese che i produttori utilizzano per promuovere il loro prodotto, tipo: “I nostri LED a 900 Watt possono rimpiazzare una HPS da 400 Watt”. Se fossi un precoce ingenuo credulone, a quest’ora ti saresti trasformato in un irritato non-credente. Molte persone sembrano diffidare della tradizionale illuminazione ad alta pressione al sodio (HPS), soprattutto a causa delle impennate delle bollette elettriche, alte temperature e rischio di incendi.

C'è anche la recente tendenza ad utilizzare spazi sempre più piccoli per coltivare, come le tende di campagna, che si aggiunge alla difficoltà del controllo della temperatura. “La fisica è così elegante rispetto alle lampade al tungsteno o quelle fluorescentie (una tecnologia del 1930), che voglio davvero che funzioni” commenta un membro del forum. Questa frase sembra riassumere i sentimenti di un bel po’ di coltivatori, incantati dall'idea dell'illuminazione a LED. “Lo so, perché ero uno di loro”.

LED powered weed budsCosì ho avuto la possibilità di testare due apparecchiature LED in un armadio convertito in growroom, in cui non avrei potuto utilizzare correttamente le lampade HPS. Liberarsi dell'eccessivo calore durante l'estate sembrava essere una sfida impossibile - almeno quando non volevo far tremare il letto dei vicini per colpa del continuo ronzio dell’enorme ventola di scarico. Anche se “quelli che sanno” mi avevano avvertito che i LED non sono una seria alternativa all'illuminazione tradizionale per la coltivazione, ero comunque determinato a dimostrare il contrario. Il ragazzo che mi aveva offerto di mettere alla prova i LED sembrava un tipo con i piedi per terra, sebbene non riuscisse a produrre materiale fotografico per provare l’inconfutabile dell'efficacia del suo prodotto.

Ciononostante, ho cominciato, desiderando che questo esperimento avesse successo, preparando alla perfezione il mio spazio di coltivazione.
Ebbene, cosa è successo? Sicuramente il calore ha smesso di essere un problema, persino durante i giorni più caldi delll’estate Ma la risoluzione di questo problema ne ha generati di nuovi. In inverno, per esempio, la questione delle basse temperature diventa problematica: l’assenza di calore diminuise la traspirazione e quindi la necessità d’irrigazione, modificando, allo stesso tempo, i valori nutrizionali.

Nonostante i nuovi parametri a cui far fronte, l'unità LED da 300 watt ha provveduto ad una sana fase vegetativa e qualche dignitoso germoglio, ma la resa è stata abbastanza deludente: nemmeno mezzo grammo per watt. Inoltre c'è da considerare il tempo extra di cui le piante hanno avuto bisogno per maturare bene. E la fioritura ha impiegato almeno due settimane in più del solito (sebbene altri produttori di LED abbiano riferito esattamente l'opposto). Questo, però, è successo due anni fa. La tecnologia LED si muove alla velocità della luce; non mi stupirei se la mia esperienza fosse stata superata da nuovi sviluppi. Cerchiamo di scoprirlo...

THC – urgono foto si grosse cime resinose, per favore

LED Cannabis Grow BudsNei forum si possono trovare un sacco di discussioni riguardo la coltivazione con lampade LED; discussioni tecniche e report di coltivazione, ma raramente - o mai - vedrete un report di coltivazione ben terminato, che mostra immagini di grosse cime, sanguinanti di resina, e numeri - preferibilmente relazionati tra grammi di produzione a watt di potenza - che confrontano i rendimenti di precedenti coltivazioni nello stesso spazio.

Una spiegazione rispetto l’incertezza di molti potenziali clienti, è la questione prezzo: per watt, perfino l'illuminazione a LED più economica è molto più costosa di una HPS, comprese anche diverse lampade di ricambio. Un Kit LED da 100 watt viene venduto a circa € 220 ($ 300) e oltre; modelli da 325 watt a circa € 730 ($ 1000), mentre modelli da 600+ watt costano intorno ai € 1100 ($ 1500) o (molto) di più. Benché la produzione di LED non sia così costosa, un sacco di soldi vengono investiti nello sviluppo, in particolare per la ricerca di LED più potenti; ciò potrebbe richiedere un certo lasso di tempo prima che i prezzi arrivino a livelli competitivi.

Anche tenendo conto dei potenziali risparmi in energia elettrica, un altro problema potrebbe rovinare i vostri calcoli ottimistici: la qualità.
L'affidabilità, soprattutto quando si tratta di marche più economiche, sembra essere un problema ricorrente. Ci sono problemi che di solito sono difficili da risolvere visto che i venditori/produttori si trovano in genere in Cina. Spedire nuovamente un apparecchio rotto verso la Cina potrebbe costare di più dell'articolo che stai inviando. Quindi, quale altro argomento abbiamo a favore dell'illuminazione a LED? La longevità? In molti casi dimostra di restare lettera morta ...
Poi arriva l'argomento più significativo. Forse, teoricamente, la maggior parte di noi vorrebbe ridurre la propria impronta ecologica, ma non quando il prezzo da pagare sono rese meno abbondanti di quelle a cui eravamo abituati.

Oltre il dubbio

Alcuni appassionati sono ben oltre il dubbio e sono convinti che si possono già avere risultati simili o anche migliori tramite le lampade LED. "Mentre i miei LED 250w non sono abbastanza grandi per garantire tanto quanto una HPS da 1000w, di sicuro non cresceranno cime della stessa dimensione che ho coltivato in precedenza nella mia grow room usando lampade HPS”, afferma un coltivatore che utilizza una Magnum Plus 2. “I LED non sono una fonte logica o efficiente d’illuminazione per grandi operazioni di coltivazione, a meno che non vengano utilizzati come illuminazione supplementare, ma può essere oro per i coltivatori di piccole grow room e coltivatori di armadio. E' uscito un LED che può fare 1gpw. Ce ne sono di buoni e non. Spetta al consumatore fare la ricerca, proprio come l'acquisto di una genetica.”

Un altro ragazzo (medgrower) ha ancora meno riserve. “Prima usavo 2 lampade da 400 watt HPS per far crescere 4 piante fino a 1,20 m di altezza in fioritura. Ora sto usando 3 lampade da 100 watt Evolution Grow Led Modules per la stessa coltivazione e sto ottenendo risultati migliori”. Per porre in prospettiva questa affermazionepossiamo arrivare alla conclusione che utilizzando una lampada da 800 watt HPS è riuscito a raccogliere 370 grammi (14 once), e cambiando a LED ha aumentato il suo rendimento fino a 440 grammi (15,5 once).

Riassumendo, si può coltivare con LED e produrre cime eccezionali. Ma non aspettatevi di ottenere la stessa quantità di raccolto con un quarto della potenza HPS. Datevi un po' di tempo per trovare il giusto equilibrio dei parametri. In alcune situazioni le lampade LED possono essere l'unica soluzione ragionevole, seppur costosa, per piccoli spazi di coltivazione. Trovare una fonte affidabile è di massima importanza. Dovrete fare un sacco di compiti a casa per scoprire quali marche valgono il denaro da voi duramente guadagnato. Amazon.com, per esempio, offre un sacco di recensioni dei consumatori. Non è facile trovare informazione indipendenti riguardo ai LED, quindi seguite bene il vostro ingegno prima di ordinare!

JS