Star Wars e la cannabis - Death Star Grinder - Paradise SeedsChe la forza sia con te in questo mese di maggio, visto che in tutto il mondo si celebrerà il leggendario film campione d’incassi Star Wars – il 4 di maggio. Negli anni molti di noi, qui nell’ufficio di Paradise Seeds, hanno accesso un Lightsaber tutto speciale per godersi una serata in compagnia degli amanti di Star Wars. Questo mese abbiamo chiesto al nostro cannabis-specialista di film, Jasper Rascal, di rivelarci le connessioni tra la saga in questione e la cannabis.

Saluti a tutti miei cari Jedi Padawan! I ribelli di Planet Paradise hanno chiesto “è vero che la cannabis ha influenzato la creazione di Star Wars”? Prima di cominciare mi piacerebbe informarti del fatto che le informazioni che seguono sono solamente le mie, personali! TUTTAVIA, credo fermamente che Star Wars rifletta la cultura cannabica in moltissimi aspetti … e non parlo solo degli occhi da fumatore di bong di Yoda! Vediamo la questione più da vicino:

1) Star Wars, cannabis e controcultura:

Per quelli di voi che sono cresciuti a pane e Star Wars risulta sempre difficile guardare aldilà delle perfette scene e personaggi per trovarci un altro significato. Forse non lo sai ma, storicamente, la versione originale realizzata nel 1977 riflette la cultura di quel tempo. Parlando del suo libro How Star Wars Conquered the Universe, l’autore Chris Taylor riferisce alla rivista New Yorker: “Star Wars è una raccolta di tutto ciò che succedeva negli anni settanta, in particolare della ricerca al significato più grande di quello accadeva a livello sociale … C’era una volontà di smantellare tutto, di trovare le basi di un sentire comune su cui tutti si trovassero d’accordo; come se tutte le religioni, in fondo, dicessero la stessa cosa”. Gli ideali hippy e le caratteristiche allucinogene della serie di Don Juan “Carlos Castaneda”, spiega l’autore, hanno contribuito alla formazione dell’elemento spirituale del film e del fatto che la sua uscita sia stata nell’era in cui il consumo di marijuana è stato il più alto tra gli studenti.

2) Star Wars, cannabis e la cultura del fumare:

Se fumi cannabis probabilmente sei stato costretto a spendere tempo in luoghi insicuri e malfamati in attesa del tuo dealer, o a frequentare feste selvagge piene di personaggi a dir poco pittoreschi. Di certo quindi sapresti riconoscere alcuni elementi appartenenti alla famosa Cantina di Chalmun del pianeta Tatooine, senza menzionare il palazzo di Jabba the Hut! Condensato di fumo e pieno di fuorilegge ai margini della società; eccovi la scena! Inoltre, trovate un fumatore di cannabis che non abbia mai tentato una mossa da Jedi per svincolarsi da un eventuale blocco di polizia...

3) Star Wars, cannabis e l’Alleanza Ribelle:

Star Wars e la cannabis  - Storm Troopers - Paradise SeedsOk, diamo ora uno sguardo alle convergenze cannabiche della saga di Star Wars. Guardati attorno non appena i ribelli si preparano all’assalto della Death Star negli episodi “Una nuova speranza” e “Rouge One”. Vedrai una serie di arcobaleni di diversi colori, genere e anche alcune specie divine. Ancora una volta è chiaro il ritorno agli anni ’70, quando la guerra del Vietnam era malvista da molti; alcuni hanno suggerito che l’Impero fosse una riproduzione dell’America di Nixon, così come il suo immaginario fosse influenzato dall’epoca nazista. Osserva ora l’epoca di oggi, l’Impero potrebbe fare ritorno un’altra volta...

4) Star Wars, cannabis e Paradise Seeds:

Prima di andare, lasciami aggiungere la connessione con Paradise Seeds a questo mix! A parte il maestro breeder, Paradise Luc (Master Luc!), c’è ovviamente la potente, leggendaria e gustosissima indica di Paradise Seeds, Sensi Star - Si tratta di una figlia della famosissima varietà Death Star, che trova origine nel Mid West degli USA agli inizi dell’anno 2000.

Che la forza sia con te!