Rainbow Road and El Dorado OG Promo

Per molti coltivatori e utenti la questione della legalità della cannabis richiede loro di seguire un percorso molto attento mentre perseguono il loro interesse all'uso ricreativo o terapeutico della cannabis. A differenza di qualsiasi altra industria, la cannabis è un settore in cui i confini tra legalità e illegalità possono cambiare improvvisamente e sono spesso sfumati tra paesi, stati e persino regioni all'interno dei singoli paesi.

Alla fine del 2020, gli unici paesi in cui la cannabis ricreativa è ufficialmente legale sono l'Uruguay e il Canada. Tuttavia, questo non fornisce il quadro completo, poiché una progressiva introduzione delle riforme sulla cannabis a livello statale ha trasformato il panorama legale negli Stati Uniti. La legalizzazione nella sola California ha dato a circa 39,5 milioni di persone il diritto legale di consumare varietà di cannabis THC e le elezioni statunitensi del 2020 hanno visto anche altri 4 stati votare per legalizzare la cannabis ricreatival (South Dakota, New Jersey, Montana e Arizona).

Rainbow Road and El Dorado OG Promo

La Nuova Zelanda è stata fortemente indicata per unirsi alla lista dei paesi in cui la cannabis poteva essere legalizzata, con il paese che ha tenuto un referendum autunnale. Tuttavia, la mozione per legalizzare la marijuana è stata respinta di poco (dal 50,7% dei voti a 48,4%).

Paesi che hanno legalizzato la Cannabis ad uso Medico

Forse più significativamente, la cannabis medica è legale in molti altri paesi, tra cui Australia, Germania, Nuova Zelanda e Regno Unito. Tuttavia, l'accesso dei pazienti varia enormemente da paese a paese. Nel Regno Unito, ad esempio, gruppi di pazienti hanno criticato gli ostacoli che devono affrontare per assicurarsi una fornitura di cannabis medica. Nella maggior parte dei paesi, la cannabis medica deve essere prescritta da un medico ed i pazienti sono scoraggiati (e possono essere penalizzati) per la coltivazione a casa.

Legalizzazione della Cannabis in Europa

Sebbene non vi sia confusione su dove la cannabis sia illegale - Regno Unito, Germania, Francia e Italia sono tutti esempi di paesi europei in cui la coltivazione e il possesso della pianta possono portare a multe e persino alla reclusione - c'è ancora un po 'di confusione sul suo status in altri paesi del continente.

Ad esempio, la maggior parte delle persone presume che la cannabis sia legale nei Paesi Bassi anche se tecnicamente non è così (è classificata come una droga illegale, ma tollerata per differenziarla dalle droghe più pesanti, una politica del governo che risale agli anni '70). Anche la Spagna e il Portogallo sono paesi che hanno una reputazione favorevole alla cannabis, sebbene non esista una legislazione che conferisca alla pianta uno status legale definito.


In Spagna esiste una distinzione tra privato e commerciale, e negli ultimi dieci anni la depenalizzazione del consumo di marijuana in uno "spazio privato" ha portato alla proliferazione dei social club di cannabis. In Portogallo il possesso di piccole quantità non è più un reato penale, ma ufficialmente i recidivi possono ancora subire conseguenze sotto forma di terapia per la tossicodipendenza.

La legalità della cannabis è legata al THC (tetraidrocannabinolo) nella maggior parte dei paesi. Questo cannabinoide, uno degli oltre 100 identificati nella pianta di cannabis, è l'elemento psicoattivo della cannabis che produce l'effetto che guida la maggior parte dell'uso ricreativo e dell'interesse per le varietà di cannabis con thc. Al contrario, un altro cannabinoide, il CBD (Cannabidiol), è legale nella maggior parte dei paesi sotto forma di estratto (come oli, capsule o balsamo) sebbene lo stato dei “fiori CBD'' sia diventato problematico in alcuni paesi (come il Regno Unito e Francia) negli ultimi due anni.

Sei confuso sullo status legale della cannabis?

L'unica cosa certa sulla legalità della cannabis è l'incertezza che sembra circondarla! Il mondo è un puzzle di differenze nazionali sulla legalità della cannabis che risulta da un mosaico di diverse politiche governative, atteggiamenti sociali, priorità di polizia e influenze dei media.

In ogni paese, i coltivatori di cannabis ed i consumatori di cannabis devono lavorare all'interno di un quadro giuridico unico, che il più delle volte è esclusivo di quel paese. Anche all'interno di una politica nazionale "ufficiale" sulla cannabis, l'applicazione e la severità delle sanzioni possono variare in modo significativo da regione a regione e tra città e campagna.

Per questo motivo le aziende di semi di cannabis consigliano ai clienti, molti dei quali sono coltivatori di cannabis per la prima volta, di verificare le normative legali nel loro paese prima di piantare i loro semi. Tuttavia, l'ultimo decennio ha visto cambiamenti straordinari nello status legale della cannabis e, sulla base dell'esperienza del settore fino ad ora, il cambiamento può avvenire molto improvvisamente.

La cannabis medica è legale nei seguenti paesi a Novembre 2020 (fonte Wikipedia):

Argentina , Australia, Barbados, Bermuda, Brazil, Canada, Chile, Colombia, Croatia, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Ecuador, Finland, Georgia, Greece, Ireland, Israel, Italy, Jamaica, Lebanon, Lesotho, Lithuania, Luxembourg, North Macedonia, Malawi, Malta, Mexico, Netherlands, Norway, Poland, Portugal, Peru, Poland, Romania, San Marino, Saint Vincent, South Africa, Sri Lanka, Switzerland, Thailand, Turkey, Uruguay, Vanuatu, UK, USA (parts of), Zambia and Zimbabwe.