Shopping Cart
Fast & Discreet shipping

Veloce e discreto

| Finest Quality

Qualità migliore

| Excellent service

Servizio eccellente

CBD OIL DRUG TESTS 1200X682 ITALIAN | Paradise Seeds

L’olio di CBD pu√≤ produrre un test antidroga positivo?

I consumatori di CBD sono attratti dalle propriet√† non psicoattive di questo rinomato cannabinoide, che √® stato ampiamente commercializzato come un prodotto di cannabis “legale”. Tuttavia la ricerca ha fatto luce su una zona grigia e ha posto la domanda: l’olio di CBD pu√≤ produrre un test antidroga positivo?

Per molti consumatori di CBD, una grande parte dell’attrazione √® costituita dagli effetti di benessere percepiti con l’assunzione dell’ estratto di cannabis CBD – pi√Ļ comunemente sotto forma di olio di CBD – senza il rischio di cadere dalla parte sbagliata della legge. Per essere un prodotto di CBD conforme alla legge, la maggior parte dei paesi stabilisce un livello massimo di contenuto di THC presente in un olio di CBD. Negli USA √® dello 0,3% e nel Regno Unito e nella maggior parte dell’UE dello 0,2%, ma alcuni paesi hanno fissato i propri limiti – per esempio in Francia √® dello 0% (i prodotti di olio di CBD di Paradise Seeds¬†sono privi di THC al 100% per evitare qualsiasi ambiguit√†).¬†

Tuttavia, la fiducia dei consumatori √® stata scossa da incidenti che hanno coinvolto persone risultate positive al THC nei test antidroga effettuati sul posto di lavoro e sulla strada. Paradise √® venuto a conoscenza del problema per la prima volta dopo aver sentito di un espositore fermato dalla polizia dopo la Cultiva Expo di Vienna un paio di anni fa. Il test sulla strada risult√≤ positivo al THC, il che fu una sorpresa per l’espositore, che aveva usato solo estratti di CBD.

Ricerca sui Risultati Positivi dei Test Antidroga da CBD 

Nel 2019, i media statunitensi hanno evidenziato questo potenziale problema con una serie di rapporti che citano uno studio nel Journal of Analytical Toxicology, che ha descritto in dettaglio come due soggetti su sei diedero un test delle urine positivo dopo aver vaporizzato marijuana contenente 0,39% di THC. In un articolo di Science Daily, il dottor Ryan Vandrey della Johns Hopkins University School of Medicine ha detto: “La maggior parte (dei consumatori di CBD) sono completamente ignari della possibilit√† di esposizione al THC o di un test antidroga positivo risultante dall’uso di questi prodotti recentemente legalizzati”.

Un articolo del 2020 tratto dalla newsletter della Societ√† Tedesca di Chimica Tossicologica e Forense (GTFCh), Toxichem Krimtech, sviluppa questo tema constatando che i consumatori regolari (cio√® giornalieri) di prodotti CBD – quelli che contengono limiti legali di THC – potrebbero accumulare nel sistema una quantit√† sufficiente di questo cannabinoide da produrre un risultato positivo in un test antidroga. Essa conclude che, sebbene sia improbabile che una dose di CBD contenente 0,1 mg fornisca un livello di rischio, una dose giornaliera tra 0,1 mg e 1 mg significa che “ci si pu√≤ gi√† aspettare un test positivo”.¬†

Eliminate la scienza e il messaggio √® chiaro per gli utilizzatori quotidiani di prodotti CBD: sappiate cosa c’√® nel vostro olio CBD o il vostro corpo potrebbe accumulare una riserva di THC che potrebbe mettervi nei guai. Questo √® sostenuto da un pi√Ļ ampio corpo di ricerca che indica che i consumatori regolari di marijuana accumulano sostanze nel tempo che rimangono nel corpo (anche se hanno smesso di consumarla). I metaboliti possono essere rilevati nel sangue per diverse settimane e sono stati registrati in campioni di capelli e urine tre mesi dopo che il consumo √® cessato.

Come i consumatori di CBD possono evitare di risultare positivi al THC 

Abbiamo gi√† parlato in precedenza dei problemi dei consumatori riguardo ai prodotti CBD, compresi gli oli CBD e i fiori CBD. La semplice soluzione per i consumatori di CBD preoccupati per i potenziali rischi √® innanzitutto conoscere il loro prodotto. Ci sono troppi prodotti di CBD disponibili sul mercato. L’etichettatura errata, insieme all’affidabilit√† della fonte (per esempio una coltura irrorata da pesticidi o persino una sintesi di laboratorio), sono realt√† che i consumatori dovrebbero ricercare prima di comprare prodotti.

Quando abbiamo iniziato a ricercare la nostra gamma di prodotti CBD, √® stata la consapevolezza di questo potenziale problema che ha spinto Paradise Seeds a produrre un olio CBD ad ampio spettro – invece che a spettro completo. Sebbene l’olio di CBD a spettro completo fornisca cannabinoidi e terpeni complementari nel suo profilo, include anche quantit√† di THC. Al contrario, l’olio di CBD ad ampio spettro¬†contiene una serie di altri cannabinoidi, ma √® stato raffinato per essere al 100% privo di THC. Con questa garanzia (sostenuta dai risultati dei test di laboratorio), possiamo tranquillamente prevedere che i consumatori non avranno problemi di sorta con il nostro olio di CBD, come indicato negli studi di ricerca citati in questo articolo.

Lascia un commento

Related post