Shopping Cart
Fast & Discreet shipping

Veloce e discreto

| Finest Quality

Qualità migliore

| Excellent service

Servizio eccellente

BIOLOGICAL PEST CONTROL 1200X682 | Paradise Seeds | Massima qualità, genetica originale

Soluzioni di controllo biologico dei parassiti per piante di cannabis outdoor

Ogni coltivatore di cannabis all’aperto conosce quel senso di panico quando scopre un visitatore indesiderato sulla sua pianta. Spesso la prova si presenta sotto forma di danni alle foglie – scolorimento o piccoli fori e intaccature sulla superficie della foglia. È l’orribile realizzazione che un predatore sta sgranocchiando la tua amata pianta…

Prima di tutto, niente panico. Se sei un coltivatore bravo e diligente, è probabile che riesca a cogliere i primi segni, il che significa che hai una buona possibilità di risolvere il problema. In secondo luogo, non cercare prodotti chimici (anche se dicono di essere “sicuri”). Anche se offrono l’esca di un risultato rapido, “bombardare” la tua pianta non è una soluzione che consigliamo. Parte del mantra di Paradise è di coltivare il più biologicamente possibile – dopo tutto, alla fine di questo processo il prodotto è pronto per il consumo umano e non si vuole ingerire nessuna di quelle schifezze tossiche a risultato veloce! Cerca invece soluzioni di controllo biologico dei parassiti per le tue piante di cannabis. 

Lavorare con la Natura

Uno dei rischi professionali di seminare i tuoi semi di cannabis e di coltivare all’aperto è che devi fare i conti con quello che la natura ti riserva. Il coltivatore di cannabis indoor ha vita facile da questo punto di vista – un ambiente controllato e facilmente gestibile. D’altra parte, l’arrivo di un parassita in un ambiente indoor è più preoccupante, perché c’è solo una via d’entrata e d’uscita. In natura, mentre le visite dei parassiti possono essere più comuni, con la giusta gestione non sono così devastanti.

Abbiamo visto molti esempi di piante outdoor che sono sopravvissute a un attacco di acaro rosso in condizioni estive secche e hanno comunque prodotto buoni raccolti. Parte di questo ha a che fare con una buona genetica – ceppi come Spoetnik #1, Original White Widow IBL e Durga Mata  hanno qualità intrinseche di resistenza ai parassiti – ma anche con il lavorare con la natura. 

Con l’arrivo di un parassita identificato (questo richiederà l’uso di una lente d’ingrandimento per valutare la natura del parassita e del danno) al coltivatore di semi di cannabis outdoor si consiglia di ricorrere al controllo biologico. C’è un’intera selezione di insetti predatori pronti a banchettare sul tuo problema! Anche se l’arrivo di piccole sacche di predatori può essere un po’ deludente (cioè non si vede niente perché sono così piccole!), non scoraggiarti perché l’introduzione di questi predatori nella catena alimentare ti aiuterà a controllare il tuo problema. 

E’ importante notare che anche se i predatori non eliminano completamente i parassiti, intraprenderanno una guerra che impedirà al tuo problema di diventare terminale per le tue piante. Ci sono molte aziende che offrono soluzioni di controllo biologico dei parassiti per la cannabis, così come per altre piante. Alcune sono preventive (cioè se sai di avere un problema ricorrente con un parassita), mentre altre sono trattamenti reattivi. 

Parassiti comuni della cannabis e predatori biologici per la disinfestazione.

Ecco alcuni dei parassiti più comuni e le soluzioni di controllo biologico consigliate per la salute delle piante di cannabis: 

Gli afidi sono un problema della cannabis in tutto il mondo e sono attratti dalle piante di cannabis, dove banchettano con i succhi delle foglie, causando danni e scolorimento delle foglie e potenzialmente problemi con la muffa che si attacca al danno. I predatori perfetti per gli afidi sono Aphidius e Aphidoletes  – i loro nemici naturali.

I tripidi hanno un aspetto giallo/bianco e sono minuscoli. Destabilizzano la pianta di cannabis succhiando la linfa delle foglie. Per sbarazzarsi di un problema di tripidi chiama la cavalleria sotto forma dei seguenti predatori – Amblyseius cucumeris e l’insetto preferito di ogni bambino, rosso con macchie nere, la coccinella.

Gli acari rossi sono anche mangiatori di linfa e possono causare foglie screziate (e anche perdita di foglie). Se la colonia prende piede, appariranno delle ragnatele sulle piante (e a quel punto sarà troppo tardi). Tuttavia, si suggerisce l’introduzione di predatori biologici come Phytoseiulus persimilis.

Il modo migliore per tenere sotto controllo qualsiasi problema di parassiti è quello di prestare molta attenzione alle tue piante e osservare i primi segni che ci potrebbe essere qualcosa che non va. Per questo compito, una lente d’ingrandimento o una lente da gioielliere è un kit essenziale per qualsiasi coltivatore di cannabis, dato che questi parassiti sono piccoli. Comunque, cogli per tempo i problemi dei parassiti, e la natura avrà le armi per affrontare il problema prima che ti sfugga di mano.

Lascia un commento

Related post