Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Guida al re-vegging delle piante di cannabis | 🥇 Paradise Seeds

Guida al re-vegging delle piante di cannabis

  • Cosa significa re-vegging la cannabis?
  • Come far tornare alla fase vegetativa le piante di cannabis
  • Che aspetto ha il re-vegging?
  • Quali sono i benefici del re-vegging delle piante di cannabis?
  • Cosa significa re-vegging la cannabis?
  • Quali sono i benefici della ri-vegetazione delle piante di cannabis?
  • I migliori consigli per rivegetare le piante di cannabis

In questo articolo vi spieghiamo tutto ciò che riguarda il re-vegging delle piante di cannabis, le ragioni, il metodo e i benefici associati. Per molti coltivatori indoor è convenzionale coltivare una pianta a 18/6, fiorire a 12/12, quindi raccogliere ed essiccare per 2 settimane e ripetere l’operazione. Poiché le piante di cannabis sono fototropiche, cioè rispondono a specifiche ore di luce e buio, è facile incoraggiare le piante raccolte a ricrescere e a produrre una pianta verde e cespugliosa.

Come rivegetare le piante di cannabis

Per fase di vegetazione si intende il periodo in., cui le piante si concentrano sulla produzione di solo fogliame, rami e sulla creazione di una solida base di radici. Quando si coltivano piante di Cannabis, 18 ore di luce e 6 ore di buio assicurano che le piante non fioriscano e possono essere coltivate grandi o piccole, a seconda delle esigenze del coltivatore, prima di indurre la fioritura.

Re-vegging le piante di Cannabis significa promuovere la ricrescita dopo un raccolto. Per questo motivo, quando si raccolgono piante mature è importante lasciare una crescita sufficiente nelle parti più basse della pianta. Queste parti della pianta ricresceranno e diventeranno nuovi germogli sani circa 4-6 settimane dopo. Per riportare le piante dalla fioritura allo stato vegetativo, è necessario mantenerle in un ambiente più favorevole alla vegetazione. Ciò significa passare a 18/6 ore di luce e mantenere i livelli di umidità al 65-75%. Alcune cultivar reagiscono meglio di altre al re-vegging e alcune possono richiedere più tempo; in generale, le piante di Cannabis di dimensioni più piccole sono quelle che ritornano allo stato vegetativo più velocemente.

Guida al re-vegging delle piante di cannabis | 🥇 Paradise SeedsChe aspetto hanno le piante di erba re-vegging?

Quando vediamo una foglia di Cannabis, si nota uno schema di simmetria. Normalmente la sequenza è di 3,5,9 lame (o punte delle foglie) e così via, ma quando si rivegetano le piante di Cannabis questo schema inizia da 1. In pratica, ci sarà una serie di foglie che emergono mostrando una sola foglia e, nel corso di un periodo di 4-6 settimane, cresceranno con una sola foglia.

Una volta che la pianta si è riconvertita completamente in uno stato di vegetazione, si inizieranno a vedere foglie con 3 lamine emergenti e successivamente 5 e così via. Re-vegging piante di cannabis può non essere la vista più bella, ma una volta che la nuova crescita è consolidata, le piante avranno finalmente un aspetto identico a quando sono state originariamente coltivate da piantine.

Quali sono i vantaggi di Re-vegging le piante di cannabis?

Ci sono molti vantaggi associati al rivegetare le piante di cannabis che si applicano sia al coltivatore domestico che al breeder.

  1. Quando i cloni non riescono a radicare, la rivegetazione è la cosa migliore per ottenere una replica genetica. Può richiedere 3-4 volte più tempo della clonazione, ma come misura di emergenza la rivegetazione può essere un salvavita, soprattutto per i coltivatori.
  2. Una volta che la pianta è stata riportata allo stato vegetativo, il fusto principale e la base delle radici sono ancora al massimo della loro capacità, il che consente alle piante di produrre una nuova crescita molto più velocemente. Le piante rivegetate spesso rispondono meglio e si riprendono, avendo una grande base radicale matura.
  3. Poiché le piante di Cannabis di dimensioni più piccole tendono a recuperare più rapidamente rispetto a quelle di dimensioni maggiori, può essere molto vantaggioso per un breeder o un coltivatore far fiorire un’ampia popolazione di piante femmine con l’obiettivo finale di rivegetare quelle con i tratti piu’ desiderabili.
  4. Un coltivatore indoor può collocare una pianta raccolta all’esterno durante i mesi primaverili ed estivi e lasciarla ricrescere naturalmente. In questo modo si possono risparmiare spazio, sostanze nutritive, elettricità e si può tenere all’esterno una pianta madre da cui prelevare i cloni da utilizzare in indoor.
  5. La rivegetazione può essere un modo per salvare una pianta che è stata tagliata e intenzionalmente distrutta da ladri o dalle autorità. Finché la pianta ha una crescita inferiore, è possibile riportarla lentamente e delicatamente alla piena salute e allo stato vegetativo.
  6. Nel caso in cui una pianta madre sia stata persa e debba essere sostituita, la cosa migliore da fare è rivegetare e rinvasare in un contenitore di grandi dimensioni, con l’intenzione di permettere a questa pianta di crescere e produrre cloni freschi come nuova pianta madre.

I migliori consigli per rivegetare le piante di cannabis

Consiglio #1: Assicurarsi di lasciare un’abbondante crescita sulle parti più basse delle piante quando si raccoglie. Il nostro consiglio è di lasciare 5-6 gemme e di non limitarsi a una sola gemma, perché questo limiterebbe le possibilità di successo del re-veg.

Consiglio #2: Le piante che sono state lavate prima del raccolto possono essere completamente prive di azoto e di altri nutrienti di cui le piante hanno bisogno per riprendersi. Il nostro consiglio è quello di recuperare solo le piante di cannabis che hanno una crescita sana e foglie verdi.

Consiglio #3: Le piante di grandi dimensioni possono impiegare molto più tempo a riprendersi rispetto a quelle più piccole, quindi il nostro consiglio è di prepararsi ad aggiungere qualche settimana in più e la pazienza è fondamentale, soprattutto se la coltivazione avviene sotto una luce meno intensa rispetto a quella della fioritura.

Consiglio #4: L’aggiunta di un top dressing di compost, hummus di vermi e la somministrazione di mangimi a base di azoto, come emulsioni di pesce, possono contribuire a migliorare la salute della pianta e la sua capacità di rivegetare più facilmente. Se sono state somministrate grandi quantità di sostanze nutritive durante la fioritura, è molto importante sostituire le sostanze nutritive e mantenere la vita microbica nel terreno.

Lascia un commento

Last cannabis post