Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Uso della Canapa Blog

I benefici legati all’uso della Canapa

Quando si parla di erba, di solito si parla di livelli di THC e CBD, profili terpenici, finiture rapide e grandi raccolti. Tuttavia, il potenziale della pianta di cannabis è molto più ampio rispetto alla sua popolarità a fini medici o ricreativi e si ipotizza che ci siano 25.000 usi della canapa in un’intera gamma di prodotti.

Se hai a cuore il pianeta, allora dovresti cercare di integrare il maggior numero possibile di questi 25.000 usi della canapa nella tua vita quotidiana! Può sembrare un’affermazione azzardata, ma ci sono molte prove che suggeriscono che si tratta di una soluzione ecologica pronta all’uso che può aiutare a contrastare alcune delle grandi sfide climatiche causate dalla cultura consumistica.

25.000 usi della canapa da cannabis – un breve elenco!

Ok, mettiamo tutto questo in prospettiva con la rappresentazione di una tipica routine mattutina: Magari esci dalla tua casa fatta di cemento di canapa, vai al lavoro in un’auto rivestita di canapa, mangi un biscotto ai semi di canapa per colazione, avvolto in una confezione di carta a base di canapa! E naturalmente vestiresti dalla testa ai piedi con abiti realizzati con fibre di canapa, come le fantastiche scarpe impermeabili in canapa prodotte dai nostri buoni amici 8000kicks.

Sì, per aggiungere valore, il tuo biscotto potrebbe avere un elemento di Space Cookies… ma probabilmente non è una buona idea se a) vai a lavorare e b) vuoi mantenere la tua patente di guida

Sembra una cosa semplice, giusto? Sì, ma il problema più grande di questa pianta miracolosa è che, con poche eccezioni, gran parte del mondo ha dimenticato come coltivarla, lavorarla e ricavarne prodotti su scala tale da influenzare il mercato dei consumatori e portare avanti grandi cambiamenti.

Perché non si coltiva più canapa?

Sebbene ci siano molti pionieri innovativi che fanno del loro meglio per promuovere questa pianta così benefica, mancano le infrastrutture necessarie per beneficiare di economie di scala. Perché? Perché le infrastrutture produttive di tutto il mondo sono orientate verso prodotti a base di combustibili fossili. Lo spauracchio più evidente a questo proposito è la plastica e le ricerche indicano che i rifiuti plastici globali sono raddoppiati dal 2000.

L’altro problema è rappresentato dal processo agricolo di coltivazione della canapa. Un tempo la canapa era una coltura tradizionale coltivata in tutto il mondo e molto apprezzata per i suoi prodotti. Anche se nel XXI secolo può non sembrare una cosa così importante, la corda era un prodotto a base di canapa molto apprezzato. Si sostiene che la Gran Bretagna abbia costruito il suo impero globale grazie a questa pianta, poiché la canapa veniva utilizzata per produrre le corde e le vele utilizzate per la sua marina.

Tuttavia, l’era della proibizione della cannabis, iniziata con il Marihuana Tax Act del 1937, ha di fatto ucciso la canapa industriale e lo sviluppo di nuovi materiali sintetici ha accelerato questo rapido allontanamento da fibre naturali e sostenibili. Oggi si stima che uno sconcertante 10% delle emissioni globali sia il risultato dell’industria della moda.

In questo modo, il proibizionismo del XX secolo ha visto l’abbandono dei campi di canapa a favore di colture sostitutive e il loro ripristino si sta rivelando una sfida. La coltivazione della canapa è diventata una “incognita” per gli agricoltori, che spesso sono riluttanti a rischiare e il processo di raccolta e lavorazione richiede investimenti significativi in macchinari specializzati. Senza un notevole investimento nel settore della canapa da parte dei governi, è molto difficile stabilire un mercato di consumo sostenibile per i prodotti di canapa.

Per un breve periodo, intorno al 2010, sembrava che il sogno di 25.000 usi della canapa potesse trasformarsi in una realtà per i consumatori, dato che la legislazione degli Stati Uniti aveva aperto la strada alla coltivazione della canapa, ma la prevista impennata della canapa industriale ecologica non si concretizzò. Il sogno raggiunse l’apice nel 2019, prima che il mercato della canapa crollasse: gli agricoltori, attirati dal suo potenziale, si scontrarono con la realtà dei processi di lavorazione che richiedevano molta manodopera e la mancanza di domanda portò a un drastico calo dei prezzi che mise fuori mercato molti coltivatori di canapa su larga scala.

Per ora, quindi, la canapa continua a essere una coltura di nicchia per molti agricoltori negli Stati Uniti e in Europa e ogni coltivatore di canapa ha una storia da raccontare su quanto sia difficile trasformare la canapa in una coltura redditizia. Tuttavia, esiste ancora un potenziale e la crisi climatica non accenna a diminuire. Sicuramente non passerà molto tempo prima che i responsabili delle politiche governative inizino a cercare una pianta miracolosa che possa aiutarci a tirarci fuori dai guai e, quando ciò accadrà, avremo una visione più chiara di quali siano i 25.000 usi della canapa!

Lascia un commento