Shopping Cart
Fast & Discreet shipping

Veloce e discreto

| Finest Quality

Qualità migliore

| Excellent service

Servizio eccellente

VAPING VS DABBING 1200X682 | Paradise Seeds | Massima qualità, genetica originale

Il Vaping vs Il Dabbing

Una cosa che si sente dire dai vecchi fumatori di cannabis è che la vita era semplicissima ai tempi in cui si poteva scegliere solo tra fumare uno spinello, un bong o una pipa. Beh, nonno e nonna, è ora di andare avanti, perché al giorno d’oggi c’è un sacco di tecnologia che sta rivoluzionando il consumo di erba! 

Due delle più grandi tendenze degli ultimi anni sono state il dabbing e il vaping dell’erba. Per coloro che già lo fanno, non c’è bisogno di spiegazioni. Ma se siete nuovi alla cannabis, o semplicemente volete esplorare un nuovo modo di consumarla, ecco una breve guida alle due tendenze della cannabis che si sono solidamente affermate tra i consumatori di erba – il vaping e il dabbing.

Tendenze della cannabis: il Vaping/Svapare

Vaporizzare o Svapare è un metodo di consumare la cannabis riscaldandola, attraverso il processo di convezione, per rilasciare cannabinoidi e terpeni senza bruciare il materiale. Una delle ragioni della sua popolarità è che non c’è combustione in gioco, poiché produce vapore come prodotto finale piuttosto che fumo, il che significa che è meno dannoso per i polmoni.

Svapare la cannabis è diventato un metodo popolare di consumo per queste ragioni di salute e fornisce anche un’esperienza molto user friendly. Rollare uno spinello richiede un po’ di pratica (specialmente se si sta rollando un numero personalizzato come il “cross joint” – come quello modellato dalla celebrità Seth Rogen! ma il vaping è molto facile. Il consumatore deve solo macinare la sua erba e poi metterla nella camera e sarà pronto a svapare.

A questo punto, è importante fare la distinzione tra i tipi di vaporizzatori di cannabis. Sul mercato ci sono dispositivi da usare con erbe secche (alcuni dispositivi faranno anche altri concentrati come la colofonia) e dispositivi che usano cartucce da svapo già pronte (contenenti estratti di CBD e THC) che forniscono una dose misurata ad ogni tiro. Un punto importante da aggiungere riguardo alle cartucce da svapo è quello di controllare sempre che la vostra fonte sia affidabile (per esempio diffidate del rivenditore che offre estratti di Cali importati dove l’etichetta sembra una stampa casalinga… probabilmente non è stato estratto in un laboratorio).     

I Pro del Vaping:

Molti aficionados scelgono di svapare la cannabis perché il sapore è decisamente migliore. A causa del metodo di riscaldamento controllato, l’utente dello svapo beneficia del gusto pieno dei terpeni.

I contro del Vaping:

Uno studio recente ha dimostrato che il vaping può rilasciare più THC nel corpo, ma per molti consumatori di cannabis, abituati a fumarla, l’effetto può sembrare abbastanza leggero con alcuni dispositivi per il vaping di erbe secche e richiede un po’ di tempo per abituarcisi. D’altra parte, alcuni utenti preferiscono l’effetto più leggero – specialmente gli utenti medici che possono svapare durante il giorno senza perdere la funzionalità.

Tendenze della Cannabis: Dabbing 

Il dabbing di cannabis implica l’uso di un “rig” per fumare l’estratto di cannabis sotto forma di olio di hashish altamente concentrato. Realizzato con estrazione a solvente (più comunemente butano o anidride carbonica) per estrarre il THC e altri cannabinoidi, questo olio appiccicoso si presenta in varie consistenze ed è conosciuto con diversi nomi, i più comuni sono BHO (Butane Hash Oil), cera, shatter e budder. 

L’attrezzatura usata per il dabbing della cannabis comprende il rig, che ha le sue origini nella Colombia britannica (Canada) a metà degli anni 2000.  Assomiglia un po’ a un bong, con un “chiodo per dab” (per chi è nuovo al dabbing, questo è fondamentalmente la ciotola ed è talvolta conosciuto come un “quarzo” o un “banger”). Il banger/chiodo viene riscaldato ad alta temperatura usando una fiamma ad alta intensità (cioè un accendino “torcia”) prima che l’olio venga fatto scivolare dentro, usando un “dab tool”. Il vapore viene inalato attraverso l’acqua.

Il dabbing è un metodo di consumo della cannabis simile alla vaporizzazione nel metodo, cioè la cannabis viene riscaldata a temperatura, tuttavia c’è un certo dibattito sul fatto che un dab produca vapore o fumo. La risposta a ciò sta nella quantità di calore utilizzata – sopra i 425°C circa si verifica la combustione, il che produce fumo – e per questo motivo un termometro banger (o chiodo elettrico) è un utile accessorio da avere.  

I Pro del Dabbing:

Dabbare è più sano che fumare e la forza del suo effetto è immediata, il che lo rende popolare tra gli utenti medici che cercano un sollievo immediato, così come tra gli utenti ricreativi che cercano un colpo liscio ma molto potente.

I contro del Dabbing:

La forza di quel colpo concentrato di THC può essere travolgente per alcuni consumatori nuovi al metodo. Sono state anche sollevate riserve sugli effetti collaterali dell’uso prolungato, a causa di livelli più alti di THC (uno di questi è un aumento della tolleranza che porta al bisogno di consumarne di più). Anche il processo di estrazione – per creare olio di cannabis concentrato da erba essiccata – ha dei rischi potenziali a causa della volatilità dei solventi, come il butano, che sono stati responsabili di numerosi incidenti domestici di estrazione sotto forma di esplosioni.

Lascia un commento

Related post