Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Cannabis Medica

5 Varietà di Cannabis Medica e le Ragioni per cui i Pazienti li Scelgono

In tutto il mondo, la cannabis medica è ora vista sotto una luce molto diversa da quella che aveva quando Paradise Seeds iniziò a metà degli anni ’90. Anche ai più alti livelli, gli atteggiamenti stanno cambiando, come dimostra la decisione dell’ONU di rimuovere la cannabis dalla Tabella IV della Convenzione Unica delle Nazioni Unite sugli Stupefacenti del 1961 e di riconoscere i meriti potenziali della cannabis medica. La gente spesso chiede “qual è la migliore varietà di cannabis medica“? Se solo ci fosse una risposta semplice…  

Allora, cosa cercano i consumatori di cannabis medica? Ovviamente, non c’è una varietà di cannabis medica che vada bene per tutti, ma ci sono alcune varietà che sono state selezionate con profili di cannabinoidi che forniscono effetti potenziati che gli utenti medici possono considerare benefici in termini di effetti desiderati come il rilassamento, la stimolazione dell’appetito e il sollievo dal dolore. 

Bisogna sottolineare che la cannabis medica prescritta è stata preparata pensando all’utente medico – con estratti che forniscono una dose regolata e stabilizzata.  Pertanto, coloro che possono coltivare cannabis medica per la propria preparazione (controllate le leggi del vostro paese) dovrebbero cercare gli attributi di particolari varietà di cannabis per orientare la loro scelta. 

Cosa Cercano i Pazienti nei Ceppi di Cannabis Medica?  

Quali cannabinoidi contiene il ceppo e in quali percentuali? I più comuni sono THC e CBD – il primo ha una qualità psicoattiva che produce un “effetto high”, mentre il CBD non è psicoattivo e porta l’effetto di rilassamento. Coloro che hanno esperienza con la cannabis spesso coltivano varietà combinate THC/CBD, ma i ceppi ad alto contenuto di CBD sono spesso la scelta preferita di coloro che sono nuovi al consumo di cannabis e vogliono evitare di sentirsi inebriati.   

Molti utenti medici combinano la cannabis medica con altri trattamenti, come un approccio olistico alla salute che comprende anche alimentazione e esercizio fisico. Anche tra i disturbi e le condizioni mediche comuni, ogni individuo è diverso e quindi ciò che funziona per una persona può non funzionare necessariamente per un’altra. 

La chiave di ogni trattamento medico è scoprire cosa funziona per l’individuo e come il suo corpo risponde (e misurare ciò può essere un processo lungo). Il miglior consiglio che diamo a chiunque voglia sperimentare la cannabis in relazione ad una condizione medica è quello di prenderla con calma e di aumentare gradualmente. Si raccomanda inoltre a chiunque consideri la soluzione della marijuana medica di consultare prima il proprio medico – specialmente se la si combina con altri farmaci.     

Paradise Seeds ha il proprio programma medico, che abbiamo istituito per dare un accesso più economico ai semi di cannabis medica (c’è uno sconto del 50% su tutti i semi per ogni utente che può fornire la prova dell’uso medico – anche se non possiamo offrire questo servizio oltre il Regno Unito e l’Europa). Il seguente elenco si basa sulle proposte presentate nel programma medico di Paradise Seeds ed è giudicato puramente in base alla popolarità dei semi ottenuti attraverso il programma.

Le 5 Migliori Varietà per gli Utenti di Cannabis Medica 

CBDream

Un classico istantaneo uscito quest’anno tra i ceppi ad alto contenuto di CBD, grazie al profilo di effetto zen di CBDream, questa pianta dal grande sapore (toni di limone e terrosi) ha un interessante profilo di cannabinoidi con il 15% di CBD e lo 0,4% di THC ed è stato testato con alti livelli (10%) di CBG che sembra contribuire ad alleviare i sintomi di ansia.

Vertigo

Questa è una delle autofiorenti originali di Paradise – una combinazione di genetica indica afgana e sativa africana. Fin dai primi tempi ha guadagnato una reputazione tra gli utenti medici che hanno individuato il suo contributo positivo in condizioni segnate da dolore e ansia. È una pianta molto facile da coltivare, quindi è la scelta perfetta per chi è alle prime armi con la coltivazione della cannabis – sia come pianta da indoor che come pianta di allestimento outdoor in giardino (ha un buon rendimento nelle regioni più settentrionali).    

CBDrelief

Si tratta di un ibrido 70/30% indica che è stato sviluppato per avere alti livelli di CBD (15-20% CBD con 0,6% THC), quindi è una buona raccomandazione per i coltivatori di cannabis medica che vogliono evitare effetti psicoattivi. Le sono state riconosciute proprietà analgesiche e ansiolitiche e, a differenza di molte varietà di CBD sul mercato, il profilo terpenico migliorato offre al consumatore un’esperienza molto piacevole. 

Jacky White

Un classico sativa della collezione Paradise, questo ceppo è stato raccomandato da utenti medici come sollevatore d’umore e come energizzante in condizioni di affaticamento. Il prodotto dell’incrocio di due ceppi classici – White Widow e Jack Herer – ha un profilo terpenico corposo, ricco di Limonene, Pinene e Myrcene. 

Durga Mata

Questa indica con combinazione di THC/CBD è stata una scelta obbligata per gli utenti medici nel corso degli anni ed è per questo che è stata scelta come base di una varietà ricca di CBD 1:1 (sotto forma di Durga Mata ll). Sostenuta da genetiche himalayane e afgane, è quasi una varietà autoctona nella sua forma. La versione CBD, in particolare, è popolare tra gli utenti medici in cerca di sollievo dal dolore. 

Lascia un commento

Last cannabis post