Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Come proteggere le piante da un blackout elettrico

Come proteggere le piante da un blackout elettrico

  • Come garantire una fonte di energia e luce alternativa in caso di blackout della grow room 
  • Come fornire calore in caso di blackout della grow room
  • Controllare i timer dopo un blackout della grow room
  • Passare agli autofiorenti per evitare l’interruzione di corrente nella grow room

Questo inverno sarà un periodo di incertezza per i coltivatori dei Paesi europei. A preoccupare non è solo l’aumento delle bollette energetiche, ma anche la prospettiva di black out e interruzioni di corrente, poiché le infrastrutture energetiche nazionali sono sotto pressione.  Ecco quindi alcuni consigli su come proteggere le piante di marijuana da un blackout elettrico.

Sebbene i governi europei stiano adottando misure per proteggere la fornitura di elettricità quest’inverno, i media hanno suggerito che potrebbero verificarsi interruzioni di corrente sotto forma di blackout. I coltivatori di cannabis devono quindi pensare in anticipo ed essere pronti ad adattarsi, perché se la corrente viene a mancare, l’effetto sul ciclo di coltivazione indoor potrebbe essere catastrofico. Il mese scorso abbiamo parlato di come risparmiare elettricità nella grow room, ma quali sono le priorità relative ai piani di emergenza per la coltivazione in caso di blackout?

Garantire una fonte di energia e luce alternativa in caso di blackout nella grow room

Per alcuni coltivatori in zone rurali, un generatore a benzina può essere una soluzione, ma non è un’opzione per la maggior parte dei coltivatori. Per evitare una catastrofe con il ciclo di luce in seguito a un blackout della grow room, è bene investire nel genere di power bank per impieghi gravosi venduto da fornitori di articoli da campeggio. Non sarà sufficiente per alimentare i LED, ma con una lampadina portatile attaccata, fornirà almeno un po’ di luce per mantenere il programma di illuminazione necessario per superare un momento difficile in caso di blackout della grow room e per impedire alle piante di passare alla fioritura.

Se questo sembra un’opzione costosa (lo è sempre fino a quando non ne hai bisogno…), l’aneddotica suggerisce l’uso di una torcia elettrica per fornire regolari raffiche di luce durante il periodo in cui le luci di coltivazione dovrebbero essere accese. Per i coltivatori che coltivano erba con la tecnica idroponica, ci sono ulteriori preoccupazioni quando viene a mancare la corrente. Investire in fonti di alimentazione alternative, come ad esempio sistemi idroponici passivi e pompe d’aria a batteria, fornirà opzioni di riserva.

Come fornire calore in caso di interruzione della corrente nella grow room

Dato che molte coltivazioni domestiche si trovano nei solai e che in molti di essi manca un isolamento tra le pareti sottili della tenda da coltivazione e il tetto, qualsiasi interruzione di corrente porterà a una rapida perdita di calore. Se le temperature esterne sono basse, non ci vorrà molto prima che le piante inizino a tremare e questo stress potrebbe essere fatale. Mantenere il più possibile il calore all’interno della tenda è una priorità. Sebbene l’aggiunta di un ulteriore strato di pellicola isolante sia la soluzione ideale, coperte e pluriball possono fornire un aiuto d’emergenza in caso di black out, quindi inizia a mettere da parte gli imballaggi Amazon!

Controllare i timer dopo un’interruzione elettrica della grow room

Adoriamo i timer! Ci tolgono l’incertezza nel gestire le attrezzature della grow room e il più delle volte possiamo fare completo affidamento su di loro. Tuttavia, un’interruzione della corrente elettrica provoca inevitabilmente un’interruzione e un errore comune è quello di dimenticare di resettarli dopo un blackout. È un’operazione semplice, ma

Passa ad autofiorenti per evitare interruzioni di corrente in grow room

Con la grande incertezza di questo inverno, potrebbe essere un buon momento per prendere in considerazione la possibilità di passare alle piante autofiorenti nella grow room. A differenza delle piante a fotoperiodo, che sono molto sensibili ai cambiamenti di luce, le autofiorenti sono geneticamente programmate per fiorire indipendentemente dalle ore di luce. Varietà come Lemonade Auto, Vertigo e Auto Wappa, resistente alle temperature, sono buoni esempi di varietà autofiorenti facili da coltivare.

L’unica cosa certa dei prossimi mesi è che saranno pieni di incertezze. Pensare ora, pianificare in anticipo e avere un piano di emergenza per lo scenario peggiore di interruzione elettrica della grow room ti aiuterà a essere preparato per qualsiasi inconveniente che potrebbe verificarsi.

Lascia un commento

Last cannabis post