Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Funghi micorrizici per la cannabis | 🥇 Paradise Seeds

Funghi micorrizici per la cannabis

  • 1) I 2 tipi di funghi micorrizici: Ecto ed Endo.
  • 2) Funghi micorrizici per la cannabis: Una relazione simbiotica
  • 3) Ottimizzare lo sviluppo delle radici della cannabis.
  • 4) Usare tè aerati per aumentare le popolazioni di batteri e funghi per la coltivazione biologica della cannabis.
  • 5) 5 benefici dei tè aerati per cannabis biologica.

In questo articolo ti spieghiamo tutto sulla coltivazione della cannabis biologica con funghi micorrizici benefici e come ottenere il massimo dal tuo giardino biologico. Se stai già gestendo una coltivazione di cannabis biologica o intendi avviarne una, batteri e funghi benefici sono ottimi da aggiungere al tuo terreno per incoraggiare l’assorbimento di sostanze nutritive per cannabis biologica (aggiungendole ai tuoi semi iniziali di cannabis biologica di Paradise Seeds!) Conoscere la rete alimentare del suolo, l’interazione con i funghi benefici e il modo in cui le radici di una pianta di cannabis formano una relazione simbiotica con le micorrize ti darà sicuramente un vantaggio quando dovrai scegliere cosa dare da mangiare ai microbi e ai funghi.

I 2 tipi di funghi micorrizici: Ecto ed Endo 

Esistono due tipi di funghi micorrizici, noti come ecto ed endo. Poiché i due tipi hanno proprietà diverse, uno è efficace per la Cannabis e l’altro no.  Il fungo micorrizico adatto alla cannabis è l’endomicorrizico, che si attacca alle radici della cannabis e agisce come un’estensione permanente dei sottili peli radicali. Circa il 95% di tutte le piante sulla Terra richiede questo tipo di funghi micorrizici e i più efficaci sono chiamati glomus intraradices e glomus mosseae.

Funghi micorrizici per la cannabis: Una relazione simbiotica

Il modo in cui funziona una relazione simbiotica è uno scambio alla pari tra le due parti: in questo caso, i funghi micorrizici forniscono sostanze nutritive prontamente disponibili per le radici della pianta e, in cambio, le piante di cannabis rilasciano zuccheri alle radici. Questo scambio armonioso avviene da milioni di anni, poiché tutte le piante rilasciano zucchero nel terreno circostante nella speranza di attirare microrganismi e funghi benefici.

Le radici di una pianta di Cannabis cercano sacche asciutte, sostanze nutritive e aria; al microscopio, una zona radicale inoculata con funghi micorrizici sarà di gran lunga superiore in termini di massa e superficie. L’estensione dei peli radicali consente ora alle radici di cercare in luoghi e fessure che prima erano troppo piccoli. Di conseguenza, le sostanze nutritive presenti nel terreno verranno scomposte, convertite e assorbite molto più velocemente, accelerando notevolmente il tasso di crescita e la produzione di fiori.

Ottimizzare lo sviluppo delle radici della cannabis

Ogni forma di vita sul pianeta è a base di carbonio, quindi quando la materia organica si decompone e si disgrega lentamente, il risultato finale è una materia organica nera o marrone scuro a metà tra lo stato solido e quello liquido. I funghi micorrizici e i microrganismi benefici dipendono dal carbonio come fonte di cibo, soprattutto zuccheri e umati. In cambio del ruolo svolto nella relazione simbiotica, convertono azoto, fosforo, potassio e oligoelementi secondo le necessità delle piante. Di seguito sono elencati alcuni modi per aggiungere nutrienti biologici, sotto forma di carbonio, al vostro terreno di coltura per mantenere ottimale e ben bilanciata la funzione della rete alimentare del terriccio.

  • Top-dressing all’humus di lombrichi 
  • Top-dressing di compost
  • Melassa nera non solforata mescolata con acqua semplice
  • Melassa di barbabietola da zucchero mescolata con acqua semplice
  • Miele mescolato con acqua semplice
  • Pezzi di biocarbone con melassa.

Usare tè aerati per aumentare le popolazioni di batteri e funghi per la coltivazione biologica della cannabis

I tè di compost aerati sono una forma efficace di nutrimento biologico per la cannabis e sono diffusi tra i coltivatori di cannabis biologica di tutto il mondo.  I batteri e i funghi benefici sono classificati come aerobi, il che significa che dipendono dall’ossigeno per crescere e moltiplicarsi.

Usare una fonte d’acqua dolce, melassa nera non solforata o miele, una pietra d’aria e permettere a una miscela di batteri e funghi micorrizici di fermentare e aerare per un minimo di 24 ore, aumenterà la popolazione fino a miliardi.

5 benefici dei tè aerati per cannabis biologica

  • I tè di compost aerati aggiunti al terriccio contribuiscono a creare funghi positivi e a mantenere il terreno di coltura pieno di batteri benefici per garantire una popolazione microbica sana
  • I tè possono essere somministrati in momenti diversi del ciclo di vita, il che significa che un coltivatore di cannabis biologica può utilizzare un’elevata quantità di azoto durante il 18/6 e una dominante di P-K durante il 12/12
  • Il trattamento delle piante con tè durante il periodo di fioritura può migliorare notevolmente il gusto finale, il profilo terpenico e quanto pulita e morbida brucerà la cenere.
  • Molti coltivatori di Cannabis biologica scelgono di riciclare il terreno di coltivazione per sfruttare la rete alimentare del suolo e risparmiare denaro nel processo.
  • Le piante di Cannabis avranno le migliori possibilità di protezione contro agenti patogeni come il marciume delle radici e combatteranno qualsiasi attacco da parte di batteri anaerobici causato da un’eccessiva saturazione e da uno scarso flusso d’aria.

Per saperne di più su questo argomento, consulta il nostro articolo:  I benefici dei funghi per le piante di cannabis

Lascia un commento

Last cannabis post