Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Super-cropping sulle piante di cannabis blog foto

Consigli per il super-cropping sulle piante di cannabis

Esistono diverse tecniche utilizzate dai coltivatori di cannabis per controllare la crescita delle piante di marijuana e diverse ragioni per impiegarle. Questo articolo esplora in dettaglio una di queste tecniche e fornisce consigli su come effettuare il super cropping sulle piante di cannabis, incluso il super cropping sulle piante di cannabis autofiorenti.

Che cos’è il super cropping?

La definizione di super cropping si riferisce a una tecnica di High Stress training della pianta di cannabis che consiste nel piegare il fusto di un ramo della pianta fino a spezzare il midollo contenuto al suo interno, in modo da poterlo piegare in una nuova posizione. Viene utilizzata per allenare i rami a crescere orizzontalmente anziché verticalmente e aumentare le rese del raccolto.

Quando è consigliato il super-cropping su una pianta di cannabis?

Questa tecnica è più efficace e utile nelle ultime fasi vegetative (2-3 settimane prima della fioritura è un buon momento), quando la pianta ha una crescita sana e si sta avvicinando alla fase di fioritura. Il metodo può essere utilizzato nelle prime settimane di germogliamento, ad esempio se una pianta si sta allungando causando un potenziale problema di altezza (vedi sotto), ma sottoporla a uno stress così elevato in questa fase non è l’ideale. Per questo motivo, è meglio evitare il Super-Cropping nelle fasi finali della fioritura.

Come si fa il Super Crop su una pianta di cannabis?

  • Si tratta di una tecnica molto semplice che richiede solo l’uso di indice e pollice e un po’ di pazienza!
  • Esegui questa procedura solo su una pianta sana, poiché lo stress potrebbe danneggiare un esemplare più debole.
  • Si prende il fusto del ramo e, senza affrettare il processo, si esercita una leggera pressione (assicurandosi che ci siano almeno 3 o 4 nodi che si estendono fino alla punta oltre il punto di pressione).
  • Si sentirà il gambo spezzarsi un po’ e la superficie si piegherà. Questo perché il rivestimento interno è stato rotto.
  • Potrebbe essere necessaria un’ulteriore manipolazione per aumentare la flessibilità, ma non bisogna premere troppo per evitare che lo stelo si spezzi.
  • A questo punto, piega delicatamente il fusto nella posizione desiderata e legalo in posizione (cioè ancorato al vaso con filo di ferro da giardino e bastoncini da spiedino, attaccato al lato della tenda da coltivazione con uno spago o con un supporto).
  • Il fusto avrà un aspetto un po’ triste per un paio di giorni, ma si riprenderà presto.
  • Potrebbe essere necessario aggiustare i fissaggi qualche giorno dopo per fermare il naturale desiderio della pianta di crescere in verticale.
  • Dopo un po’ di tempo, il punto di fissaggio mostrerà un “nodo” duro e calloso dove la pianta si è riparata.

Il super-cropping sulle piante di cannabis migliorerà le rese?

Sì, certo. Incoraggiando i rami della pianta di marijuana a crescere in direzione orizzontale, si espone alla luce un maggior numero di cime, che cresceranno quindi più grandi.

Questa tecnica può essere usata per il super cropping di piante autofiorenti?

Sì, il Super Cropping sulle autofiorenti è possibile e molti coltivatori utilizzano questo metodo per evitare che la pianta concentri le sue energie su una o due cime prominenti e per aumentare il numero di siti che producono cime più grandi. Tuttavia, il tempo è a sfavore del coltivatore con questo tipo di pianta, quindi il super cropping sulle autofiorenti si basa su una fase di crescita ristretta: quando la pianta è sufficientemente matura (quando la pelle del fusto principale esterno ha sviluppato un aspetto “legnoso”) e prima che compaiano i fiori.

Quante volte si può fare il super cropping su una pianta di cannabis?

In teoria, fintanto che la pianta di cannabis è sana, si può fare il super cropping più volte, a seconda di quando si inizia. Trattandosi di una tecnica High stress, la pianta avrà bisogno di 5-7 giorni per riprendersi dopo ogni Super Cropping, finché si trova in stato vegetativo. Tuttavia, ai coltivatori inesperti si consiglia di andare sul sicuro e di farlo una volta sola.

Perché si consiglia il super cropping sulle piante di cannabis?

È comunemente usata per evitare che le piante di marijuana crescano troppo in altezza, in quanto la nuova posizione favorisce una crescita orizzontale. Questo potrebbe accadere perché la varietà coltivata, ad esempio una sativa come Rainbow Road o Apricot Candy, tende ad allungarsi molto e a creare problemi di altezza in una tenda da coltivazione. Tuttavia, ha anche enormi benefici per il raccolto, come discusso in precedenza.

Il Super Cropping si usa per le piante indoor e outdoor?

Sì. Sebbene il super cropping sia una tecnica comune per gli impianti indoor, in quanto utile strumento per gestire la crescita, è anche un modo efficace per allenare piante di marijuana all’aperto. Ai coltivatori furtivi piace il modo in cui cambia la forma della pianta rendendola meno individuabile e, combinato con un metodo come lo SCROG, può essere usato per aumentare il flusso d’aria e ridurre il rischio di formazione di muffe.

Il super cropping è la stessa cosa del monster cropping?

No! Entrambi i termini hanno lo stesso significato di clamore, ma il monster cropping è un processo molto diverso. Il monster cropping si riferisce alla tecnica di prelevare cloni da una pianta di cannabis in fase di fioritura e di rivegetarla. Dimenticati del monster cropping per ora!

Cosa succede se si spezza il fusto durante il Super Cropping su una pianta di marijuana?

Non preoccuparti! Uno stelo spezzato può essere riparato con un po’ di nastro adesivo o di gesso. Basta avvolgerlo intorno alla spaccatura e si sigillerà da solo nel giro di poco tempo. Basta fare attenzione a maneggiarlo per non spezzarlo del tutto.

Il super cropping sulle piante di cannabis è rischioso?

No se si riesce a rispettare i tempi giusti. Ogni volta che diamo consigli di coltivazione sulle tecniche di training delle piante, è importante sottolineare che le piante sono incredibilmente flessibili e resistenti durante la fase vegetativa. Potete piegarle, torcerle e persino romperle a metà, ma si riprenderanno rapidamente (con un po’ di aiuto in caso di rottura!) e continueranno a crescere. La natura è una cosa meravigliosa!

Lascia un commento