Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
5 consigli per coltivare cannabis outdoor in un clima caldo | 🥇 Paradise Seeds

5 consigli per coltivare cannabis outdoor in un clima caldo

  • I migliori consigli per coltivare la cannabis outdoor in un clima mediterraneo
  • L’Ombra per le piante di cannabis in clima caldo
  • Tempi di irrigazione per le piante di cannabis nella stagione calda
  • Proteggere la cannabis dal vento estivo
  • Costruire un polytunnel per la cannabis outdoor
  • Nutrire per via fogliare le piante di cannabis outdoor
  • I migliori semi di cannabis per i climi caldi

Coltivare cannabis outdoor in un clima caldo, come quello mediterraneo, può essere una sfida per qualsiasi coltivatore. Con le imprevedibili ondate di calore e le temperature record in arrivo, è fondamentale essere il più preparati possibile! Ti forniamo 5 consigli per coltivare cannabis outdoor in un clima caldo per aiutarti a coltivare le migliori piante possibili, spiegandoti cosa evitare, i nutrienti e le eventuali carenze e cosa considerare quando affronterai i grandi spazi aperti quest’anno.

I migliori consigli per coltivare cannabis outdoor in un clima mediterraneo

Se si vive in California, nel sud della Spagna o in qualsiasi altro luogo in cui si hanno lunghi mesi estivi, i coltivatori sperimenteranno temperature diurne che superano i 35 gradi Celsius / 95 gradi Fahrenheit. Le temperature notturne possono raggiungere i 30 gradi Celsius (86 gradi Fahrenheit).

Un clima mediterraneo caldo può sembrare un paradiso, ma se non si è vigili e non si controlla a fondo il proprio giardino outdoor, si può perdere rapidamente il raccolto.

Consiglio Top #1- Ombra per le piante di cannabis nei climi caldi

Può sembrare controproducente e l’opposto di quello che ci hanno sempre insegnato, ma fornire ombra e ridurre l’intensità della luce è benefico. Il nostro consiglio principale è quello di trovare un’area ombreggiata e spostare i vasi manualmente ogni volta, oppure costruire una struttura con canne di bambù e usare una rete di tessuto sottile, come una zanzariera, per creare ombra. L’intensità della luce sarà ridotta e le piante di Cannabis non traspireranno così velocemente. Le piante di Cannabis outdoor possono essere temporaneamente ombreggiate tutti i giorni dalle 12:00 alle 16:00.

Consiglio Top #2 – Tempi di irrigazione per le piante di cannabis nella stagione calda

La Cannabis outdoor può traspirare molto più velocemente di quella indoor quando la temperatura e i livelli di umidità sono molto più alti dei 24 gradi Celsius / 75 gradi Fahrenheit standard. Il nostro consiglio principale per aiutare le piante a far fronte a queste condizioni difficili è quello di annaffiarle prima al mattino e più tardi alla sera. In entrambi i casi la temperatura sarà la più fresca della giornata e sarà molto più utile di un’abbondante irrigazione nella parte piu’ calda della giornata.

Consiglio Top #3 – Proteggere la cannabis dal vento estivo

Se si vive in una regione montuosa caratterizzata da un clima caldo, il vento forte può essere un problema serio. Alcune cultivar sono in grado di gestire il clima mediterraneo meglio di altre, ma i venti caldi e secchi possono causare rapidamente bruciature da vento, una traspirazione aggressivamente veloce e dare il via a una breve lista di carenze imminenti. Il nostro consiglio è di costruire un frangivento intorno alle piante, creando un’area quadrata sicura. Questo non costa molto e può anche offrire un po’ di mimetizzazione e una maggiore furtività alle vostre piante di cannabis outdoor.

Top Tip #4 – Costruire un polytunnel per la cannabis outdoor

Tutti i coltivatori outdoor che hanno realizzato il proprio polytunnel su misura con tubi, bambù e fogli di polistirolo sanno quanto possa essere utile nel corso delle stagioni. Non solo i polytunnel proteggono le piante di cannabis outdoor in un clima caldo da vento, pioggia, calore e alti livelli di raggi U.V., ma forniscono anche un’eccellente copertura da elicotteri e vicini. Il nostro consiglio è di decidere quanto grande lo volete e poi investire nei materiali e negli strumenti per costruirlo. Un polytunnel ben costruito dovrebbe superare la prova del tempo anno dopo anno.

Consiglio Top #5 – Nutrire le piante di cannabis outdoor per via fogliare

L’idea di spruzzare le piante durante le ore più calde della giornata può sembrare una buona idea; tuttavia, potrebbe danneggiarle e farle diventare croccanti e prive di vita nel tempo. Il nostro consiglio principale è di spruzzare le piante solo quando sono all’ombra. Ciò può avvenire attraverso le reti ombreggianti o quando il sole sta sorgendo o tramontando. L’uso di uno spray fogliare organico, ad esempio a base di alghe, è preferibile in assenza di luce solare diretta.

I migliori semi di cannabis per i climi caldi

L’acquisto dei semi di cannabis giusti per i climi caldi offre al coltivatore un grande vantaggio. Molte varietà di Paradise Seeds sono state selezionate per resistere a condizioni estreme come il caldo intenso. Due dei semi di cannabis outdoor più popolari della collezione Paradise sono gli ibridi incredibilmente versatili Wappa e Tangerine Sorbet. Altre scelte popolari sono la classica indica Durga Mata, e la varietà ereditaria Dutch Dragon, con genetica sativa dello Swaziland al suo nucleo.

Conclusioni:

Coltivare piante di cannabis outdoor in un clima caldo come quello mediterraneo è un lavoro duro, ma estremamente gratificante. Una volta che avrai scelto i tuoi ceppi, i tempi di nutrizione e avrai preso confidenza con le stagioni, allora sarà facile affrontare le temperature calde. Buona fortuna con le coltivazioni outdoor di quest’anno e mantieni i vasi pieni!

Lascia un commento

Last cannabis post