Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Coltivare la Cannabis con Un Sistema Idroponico: Consigli | 🥇 Paradise Seeds

Coltivare la Cannabis con Un Sistema Idroponico: Consigli

Coltivare la cannabis con l’idroponica può essere estremamente gratificante una volta che l’hai messo in funzione. Un sistema idroponico ha il potenziale di produrre raccolti massicci, usando una quantitĂ  minima di terreno di coltura. Qui di seguito, Paradise Seeds ti offre 9 consigli per aiutarti a perfezionare le piante di Cannabis idroponiche.

  1. Qual è il periodo di vegetazione migliore per l’idroponica?
  2. Con quale frequenza si nutrono le piante di cannabis con la coltura idroponica?
  3. Quale temperatura dell’acqua è consigliata per un sistema idroponico?
  4. Come si controlla il pH in un sistema idroponico di cannabis?
  5. Diversi terreni di coltura usati nei sistemi idroponici di cannabis
  6. Quali sono i migliori sistemi di dripper per alimentare le piante di cannabis idroponica?
  7. Aumentare le rese di cannabis idroponica con ossigeno extra!
  8. Cos’è un periodo di dry-back in coltura idroponica?
  9. Consigli per l’idroponica – avere sempre una pompa di riserva!

Qual è il Periodo di Vegetazione Migliore per l’Idroponica?

La quantitĂ  di tempo in cui mantieni le tue piante di Cannabis allo stato vegetativo giocherĂ  un ruolo enorme nella dimensione finale delle piante mature. A differenza della coltivazione della Cannabis con metodi biologici, quando si coltiva con l’idroponica è consigliabile mantenere le piante in fase di crescita (18/6) per il minor tempo possibile. Il nostro consiglio è di variare da 7 a 10 giorni al massimo, soprattutto quando si usa la DWC o l’Aeroponica. 

2) Con Quale Frequenza si Nutrono le Piante di Cannabis con l’Idroponica?

Solo perché normalmente nutri le tue piante una volta al giorno con sistemi biologici, non significa necessariamente che tu debba fare lo stesso quando coltivi la cannabis con sistemi idroponici. In effetti, è meglio, quando si usano i sistemi a goccia, nutrire 2-3 volte al giorno durante il 18/6 (ciclo di ore) e addirittura 3-5 volte durante il 12/12. Il nostro consiglio principale è quello di nutrire poco e spesso e di fare attenzione ai periodi di siccità.

3) Quale Temperatura dell’Acqua è Consigliata per un Sistema Idroponico?

La temperatura della soluzione nutritiva è cruciale quando si coltiva in idroponica. Ciò permette ai diversi sali di sciogliersi e di diventare completamente accessibili alle piante di Cannabis, evitando una soluzione torbida nell’acqua e un blocco di nutrienti. Si consiglia di mantenere la soluzione nutritiva tra i 18-21 gradi Celsius, quindi il nostro consiglio è di comprare un piccolo riscaldatore per acquari che può essere impostato per accendersi o spegnersi a seconda della temperatura di base che preferite.

4) Come si Controlla il PH di Un Sistema Idroponico di Cannabis?

In un sistema idroponico, per quanto riguarda la soluzione nutritiva, è importante non solo la giusta temperatura, ma anche il pH, una componente vitale nel modo in cui le piante di Cannabis sono in grado di utilizzare le sostanze nutritive disponibili. L’idrogeno potenziale (pH) indica la quantitĂ  di ossigeno presente nel serbatoio / serbatoio dell’acqua. Il nostro consiglio è quello di usare una penna digitale per il pH che vi permetterĂ  di monitorare il pH della vostra soluzione, e cercare di mantenerlo tra 5,5-6 sulla  scala del PH.

5) Diversi Medium di Coltura Usati con i Sistemi Idroponici di Cannabis 

Il bello di coltivare con un medium senza terra significa che potete usare diversi substrati, per diversi sistemi idroponici. Hydroton, perlite, lana di roccia e cocco sono tutti usati nei sistemi a goccia, nelle colture Deep Water e nell’aeroponica. Il nostro consiglio è di provare a usare diversi substrati per vedere quale funziona meglio per te e per i ceppi d’erba che si coltivano. Prova a usare dripper con cubetti di lana di roccia accanto a una miscela di 50% cocco e 50% perlite, e vedi i vantaggi e gli svantaggi di entrambi. 

6) Quali Sono i Migliori Sistemi Dripper per Nutrire le Piante di Cannabis Idroponiche?

Coltivare ceppi d’erba usando sistemi a goccia può aiutare a ridurre molto il duro lavoro di alimentazione e può permettere alle vostre piante di ricevere un programma di alimentazione costante alla stessa ora ogni giorno. Il nostro consiglio è quello di usare anelli gocciolatori al posto del paletto gocciolatore di base, perchĂ© questo darĂ  una copertura molto migliore e manterrĂ  l’intero terreno di coltura completamente saturo. Questa tecnica funziona incredibilmente bene usando un set up hydroton che viene lasciato acceso 24/7.

7) Aumenta le Rese di Cannabis Idroponica con Ossigeno Extra! 

Le radici di una pianta di Cannabis amano moltissimo l’ossigeno, soprattutto quando è sotto forma di ossigeno disciolto nell’acqua. Uno dei motivi per cui i sistemi idroponici in Deep Water sono così efficaci nel produrre raccolti mostruosi è dovuto al fatto che hanno accesso ad alte quantitĂ  di ossigeno disciolto in continuazione. Il nostro consiglio è di aggiungere una pietra d’aria nel serbatoio dei tuoi sistemi a goccia o NFT . Anche i sistemi idroponici passivi che usano la gravitĂ  per riempire il serbatoio dovrebbero beneficiare dell’ossigeno aggiunto creato da una pompa d’aria, perchĂ© nel tempo possono spesso rimanere stagnanti. 

8)  Cos’è un periodo di dry-back?

Una delle cose piĂą importanti nella coltivazione della cannabis in idroponica è assicurarsi che la zona delle radici sia mantenuta ben satura e lasciata asciugare. Questi periodi di asciugatura sono noti come “dry back” e possono incidere molto sulla resa finale. Mantenere il terreno di coltura completamente bagnato quando si usa un sistema a goccia produrrĂ  comunque dei buoni raccolti, ma cerca di padroneggiare il punto di saturazione o dry back con un programma di alimentazione leggero e frequente. Il nostro consiglio principale è quello di essere vigili e di controllare quanto asciutto sia diventato il substrato di coltivazione (cocco/lana di roccia) prima di nutrirlo.

9) Consigli per l’Idroponica – avere sempre una pompa di riserva! 

Non c’è niente di peggio di quando la pompa del tuo sistema smette di funzionare. Se non si reagisce in fretta, può diventare un killer per la coltura. Scoprire che il sistema dripper non è entrato in funzione, che la tua tavola NFT è silenziosa o che le pompe per la coltura in Deep Water sono spente può essere un momento terrificante, quindi il nostro consiglio principale è quello di avere sempre una pompa di riserva e una pompa ad aria. Se stai coltivando con la DWC, i sistemi dripper o le tabelle NFT, allora le pompe di riserva saranno un vero e proprio salvavita. 

10) Le 3 migliori varietĂ  di Paradise Seeds da coltivare in idroponica

  1. White Berry  è a fioritura rapida e rimane di media altezza.
  2. Durga Mata cresce corta e tozza, perfetta per l’idroponica S.O.G.
  3. California Gold è molto produttiva e perfetta per l’idroponica.
Lascia un commento

Last cannabis post