Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Il Breeding delle piante di cannabis nella coltivazione domestica

Il Breeding delle piante di cannabis nella coltivazione domestica

  • Come coltivare la cannabis: il Breeding nella coltivazione domestica
  • Come vengono prodotti i semi di cannabis attraverso il breeding?
  • Cosa significa IBL della cannabis?
  • Cosa significa backcrossing nel breeding della cannabis?
  • Cosa significano i termini F1 e S1 nel breeding della cannabis?
  • Tratti e caratteristiche desiderabili
  • Come selezionare la cannabis in una grow room domestica. 

L’esperto di coltivazione di Paradise Seeds, Stoney Tark, dà consigli sull’ ibridazione delle piante di cannabis in una coltivazione domestica e su cosa considerare prima di iniziare il proprio progetto.

Come coltivare le piante di cannabis – Il breeding della cannabis da casa

Proprio come i professionisti allevano cani, gatti, orchidee e piante di peperoncino, lo stesso avviene con la Cannabis. Grazie alla diversità genetica della Cannabis, siamo in grado di scegliere tra le linee di piante indica, sativa, landrace, ricche di CBD o autofiorenti in base a ciò che è più pratico per il nostro scopo individuale. Questo significa che, come coltivatore domestico, avrai il lusso di godere di un’enorme scelta di semi di Cannabis regolari o femminizzati, creati da breeder professionisti provenienti da ogni angolo del mondo.

Cannabis plant starting growing on a box

Come vengono prodotti i semi di cannabis mediante il processo di ibridazione?

I semi di cannabis vengono prodotti attraverso diverse generazioni di progenie quando lo stesso maschio e la stessa femmina vengono incrociati. Per quanto riguarda la coltivazione delle piante di cannabis, questo avviene in una camera di ibridazione dove un maschio viene coltivato con delle femmine, generando polline dalle sacche polliniche che impollineranno le femmine (questo può essere ottenuto anche artificialmente raccogliendo il polline dal maschio e spolverando le femmine).

Che cosa significa cannabis IBL?

La progenie viene denominata prima generazione, seconda generazione, terza generazione e così via fino alla sesta o settima generazione. Questa linea riproduttiva continua viene spesso indicata come Linea In-Bred (ad esempio White Widow IBL).

Cosa significa back crossing nel breeding della cannabis?

Un altro processo, il back crossing, è quando la linea parentale originale viene incrociata con la progenie di prima generazione, per consentire un tasso di stabilità più elevato e per aiutare a conservare i tratti desiderati – come le prestazioni di coltivazione o il profilo terpenico – dalla linea parentale. Il genitore originale utilizzato può essere maschio o femmina e il back crossing consentirà di esprimere geneticamente caratteristiche più omogenee.

Cosa significano i termini F1 e S1 nel breeding della cannabis?

Un altro metodo di impollinazione prevede l’uso di una sostanza come il tiosolfato d’argento, che induce stress nella pianta femmina e la trasforma in maschio. I  semi di cannabis femminizzati sono classificati come S1, il che significa che il clone femmina è stato impollinato usando il argento tiosolfato con un clone femmina della stessa madre. Se per l’impollinazione è stato usato un clone femmina diverso, la progenie è classificata come femminizzata di prima generazione. Invertire un clone femmina per produrre polline femminilizzato è molto più difficile che usare piante maschio e femmina.

  • Le piante parentali maschio e femmina producono F1, F2, F3, F4, F5, F6, F7 e IBL.
  • Il back crossing (BX) si ha quando il genitore originale viene incrociato con la generazione F.
  • S1 indica che due cloni femminili uguali vengono invertiti utilizzando la S.T.S.
  • F1 femminilizzato è quando un clone femmina è stato incrociato con una femmina diversa.

Tratti e caratteristiche desiderabili

Allo stesso modo in cui le persone hanno diversi tratti fisici, le piante di cannabis esprimono se stesse e la loro nuova progenie attraverso quelli che vengono definiti tratti desiderabili. Un breeder può pianificare in anticipo e decidere quali tratti desidera migliorare o eliminare dal lignaggio. Di seguito sono riportati alcuni esempi di tutti i diversi tratti che dovrebbero essere presi in considerazione quando si ibridano piante di Cannabis e alcune delle diverse direzioni che si possono decidere di intraprendere.

Altezza della pianta, struttura di crescita, tempo di fioritura, resa, colore, profilo terpenico, produzione di resina, spazio internodale, profilo cannabinoide, capacità di clonazione, resistenza a insetti, resistenza al calore, resistenza al vento, resistenza alla muffa, resistenza al freddo, resistenza agli sciaridi.

Cannabis Plant growing indoor

Come ibridare la cannabis in una grow room domestica

Il nostro esperto di coltivazione, Stoney Tark, fornisce una semplice guida di base su come coltivare piante di cannabis, in relazione al breeding, in un impianto di coltivazione domestico:

  • Per prima cosa bisogna usare semi normali e numerare i vasi di ciascuno di essi come riferimento. Quanti più semi si iniziano tanto più aumenterà il numero totale di potenziali candidati maschi e femmine. Per questo processo, quante piante di cannabis si possono coltivare? 10-20 semi sono un buon punto di partenza per un principiante (ma assicurati di controllare quante piante di cannabis puoi coltivare legalmente nel tuo Paese).
  • Lascia che le piante fioriscano in un ciclo di 12/12 ore. Dopo i primi 10-14 giorni, si noterà la comparsa dei prefiori. Le piante di cannabis maschio produrranno un piccolo gruppo di sacche polliniche di forma ovale tra ogni internodo, mentre le femmine produrranno piccoli peli bianchi o pistilli.
  • Una volta deciso con quale pianta maschio e quale pianta femmina lavorare, è sufficiente accoppiarle e rimuovere tutte le altre piante che non hanno superato il taglio finale.
  • A questo punto il maschio impollinerà la femmina a partire dalle settimane 3-4 del 12/12.  Se vuoi sapere quanto tempo impiegano le piante di cannabis a crescere, per aiutarti nella pianificazione, ti consigliamo sempre di controllare le descrizioni delle singole varietà.
  • Quando la pianta femmina è stata impollinata con successo, utilizzerà ora tutte le sue energie per produrre semi anziché cime. Il calice della femmina si gonfierà e all’ottava settimana si vedranno i semi spuntare dai baccelli del calice.
  • Raccogli la pianta femmina e lasciala essiccare. Questo processo non richiederà molto tempo e ti permetterà di rimuovere tutti i semi maturi molto più facilmente che raccogliendoli da freschi.
  • Quindi, conserva i semi in un ambiente asciutto e fresco ed etichettali chiaramente indicando il maschio e la femmina utilizzati in base ai numeri di ciascuno di essi. Ad esempio, “Super Skunk #7 maschio x Hindu Kush #2 femmina semi F1”.
Lascia un commento

Last cannabis post