Your Cart
 Google-reviews
Shipping Fast & Discreet shipping | Quality Finest Quality | Service Excellent service
Guida per principianti su come piantare semi di cannabis outdoor | 🥇 Paradise Seeds

Guida per principianti su come piantare semi di cannabis outdoor

1) Compra i semi di cannabis giusti per una coltivazione outdoor.
2) Considera l’acquisto di semi di cannabis autofiorenti.
3) Segui le istruzioni su come far germinare i semi di cannabis.
4) Cura corretta dal seme alla piantina.
5) Quando piantare i semi di cannabis outdoor? Non troppo presto

Se stai leggendo questa guida per principianti su come piantare semi di cannabis outdoor, allora prima di tutto congratulazioni e benvenuto nel club! Per molte persone la decisione di iniziare a coltivare la propria cannabis non è presa alla leggera ed è spesso accompagnata da dubbi e di ansia. Tuttavia, la maggior parte dei coltivatori di semi di cannabis non si guarda più indietro una volta iniziato il viaggio! Però ogni pianta inizia con un seme di cannabis e le prime settimane di vita sono cruciali, quindi ecco alcuni consigli per evitare errori comuni da principianti. 

1) Acquista i semi di cannabis giusti per una coltivazione outdoor.

I coltivatori di cannabis principianti sono spesso sopraffatti dalla scelta di semi d’erba disponibili sul mercato. È probabile che il loro primo istinto sia quello di coltivare ciò che è popolare in giro. Tuttavia, questo non è il modo di pianificare la prima coltivazione di erba outdoor. Il nuovo ceppo di tendenza potrebbe non essere il seme di cannabis giusto da coltivare, perché ogni ambiente è diverso e la coltivazione di cannabis outdoor dipende da ciò che la natura fornisce. 

Se il clima prevalente è mediterraneo, la maggior parte delle piante di cannabis prospererà, ma nei climi più umidi e freddi il coltivatore deve scegliere con saggezza. Molti principianti acquistano  semi di cannabis ibridi, che sono spesso una buona scelta per climi temperati, perché combinano le migliori caratteristiche della sativa e della indica (buds grandi ma con un finish più veloce).

Consiglio migliore: Prenditi tempo per leggere i dati di coltivazione outdoor sulle descrizioni delle varietà di cannabis per vedere se sono raccomandate per la parte del mondo in cui vivi. 

2) Considera l’acquisto di semi di cannabis autofiorenti

I semi di cannabis autofiorenti (AKA auto o autoflower) sono una buona scelta per i coltivatori outdoor principianti perché sono dotati di un orologio incorporato, grazie alla presenza di geni ruderalis, quindi finiscono in sole 7 – 9 settimane. Sono anche più discrete – perfette per un balcone o un piccolo spazio in giardino – e facili da gestire, quindi sono ottime per imparare il processo di coltivazione dell’erba. Buone varietà auto per principianti sono Vertigo, Auto Wappa e Auto Kong. 

Consiglio migliore: Per maggiori informazioni su come coltivare semi di cannabis autofiorenti outdoor, controlla il nostro blog Grow Tips sull’argomento. 

3) Segui le istruzioni su come far germinare i semi di cannabis.

Non hai bisogno di specifici “semi di cannabis da outdoor”. Paradise Seeds ha la reputazione di coltivare varietà che funzionano bene sia indoor che outdoor e le descrizioni individuali daranno informazioni più specifiche. Una volta fatta la tua scelta, il processo di germinazione richiede un po’ di riflessione, quindi dimenticati di iniziare i semi di cannabis outdoor piantandoli direttamente in un vaso. I semi di cannabis femminizzati sono stati selezionati per essere performanti e, in quanto tali, sono semi di alto valore, quindi dare loro la migliore opportunità di germinare è nell’interesse del coltivatore. Questo si ottiene normalmente usando il metodo della “carta velina” o del “bicchiere d’acqua”. 

Consiglio migliore: Controlla la sezione completa Paradise Seeds Grow FAQ, la guida perfetta per i coltivatori principianti, per istruzioni passo dopo passo su come far germinare i semi di marijuana. 

4) Cura corretta dal seme alla piantina

Una volta che un seme germina, c’è ancora del lavoro da fare per dargli il miglior inizio di vita. Anche in questo caso, si consiglia ai nuovi coltivatori di cannabis di fare le loro ricerche! Gli errori più comuni includono eccessiva irrigazione delle piantine di cannabis (il terreno dovrebbe essere umido, non bagnato fradicio), scelta sbagliata dello spazio di coltivazione (un davanzale soleggiato è il posto perfetto per una piantina) e impazienza (molti semi che fanno tranquillamente le loro cose sotto terra sono stati disturbati da un coltivatore impaziente che li punzecchia per vedere se stanno effettivamente crescendo!) Quando una piantina è abbastanza grande (di solito a un’altezza di 3  nodi o quando le sue radici sono visibili alla base del vaso) è pronta per il trasferimento in un vaso più grande.

Consiglio: se il tuo davanzale non riceve tutto il giorno la luce del sole, sposta la piantina in un’altra fonte di luce per evitare che si allunghi (nota anche come crescita “a zampa”).

5) Quando si piantano i semi di cannabis outdoor? Non troppo presto

La primavera è una stagione che può portare giornate calde e soleggiate ma notti fredde con rischio di gelate (fino a metà – fine maggio nelle parti settentrionali dell’Europa, per esempio) e un errore comune che molti coltivatori principianti di semi di cannabis fanno è quello di mettere le piante trapiantate in outdoor troppo presto. 

Consiglio migliore: Finché le temperature primaverili sono ancora altalenanti, crea un piccolo bioma per la piantina con una bottiglia di plastica. Ritaglia il fondo, rimuovi il coperchio e mettilo nel vaso per mantenere il seme nel suo microambiente.

Lascia un commento

Last cannabis post